Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / bologna / Serie A
L'Inter va sotto, poi rialza la testa: 2-1 sulla Cremonese, doppio Lautaro. Ora Dea e derbyTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 28 gennaio 2023, 19:52Serie A
di Ivan Cardia

L'Inter va sotto, poi rialza la testa: 2-1 sulla Cremonese, doppio Lautaro. Ora Dea e derby

Inter batte Cremonese 2-1: la doppietta di Lautaro ribalta il gran gol di Okereke.

L'Inter torna alla vittoria, si mette alle spalle il clamoroso Empoli e inizia nel migliore dei modi la lunga settimana che porterà al derby di Milano. Avvio con brivido, ma i nerazzurri superano la Cremonese col risultato di 2-1 e nel segno di Lautaro Martinez. Dopo il vantaggio iniziale, un gioiello di David Okereke, è una doppietta del Toro a regalare tre punti al sapore di tranquillità a Simone Inzaghi, che al capitolo gol subiti in trasferta mette comunque un'altra X: l'ultimo clean sheet lontano dal Meazza è arrivato ormai quindici partite qui. È una statistica su cui il tecnico nerazzurro, che nel finale ritrova anche Lukaku per un quarto d'ora abbondante, dovrà lavorare, mentre può sorridere per tanti altri dati di questo pomeriggio: i numeri raccontano infatti di una gara dominata in lungo e largo, specie nel possesso palla, dalla sua Inter. Semmai, da questo punto di vista, il risultato sta persino stretto a una big, nervosa in svantaggio e poi costretta per migliorarsi a guardare sempre tutto il bicchiere, sia il mezzo pieno che il mezzo vuoto. Chiudere, in effetti, avrebbe garantito sonni ancora più tranquilli alla formazione ospite. Ai padroni di casa, che rimandano per l'ennesima volta l'appuntamento con una vittoria in campionato, rimangono tanti applausi per il modo di affrontare una squadra con una classifica e un valore completamente diversi. L'effetto Davide Ballardini, in grigiorosso, si vede eccome: salvarsi resta un'impresa, ma questa Cremonese può almeno farla con stile. Dove può arrivare l'Inter? Inzaghi predica gara per gara: martedì c'è l'Atalanta, domenica il Milan. Nel giro di pochi giorni, Lautaro & Co, si giocano una buona fetta di stagione. Arrivarci con un successo, seppur di misura, era l'unica soluzione possibile.

Rileggi il LIVE TMW di Cremonese-Inter!


Le scelte iniziali: si rivede Dumfries. Due novità per i padroni di casa: fuori Pickel squalificato e Ferrari, dentro Benassi e Bianchetti. Inzaghi deve fare a meno di Barella e Skriniar, oltre al lungodegente Brozovic: li sostituiscono Gagliardini e Darmian, con Dumfries che torna titolare a destra. Rientra dal 1' anche Dzeko, con Lautaro nell'attacco nerazzurro.
Un gioiello di Okereke, la risposta di Lautaro. 1-1 all'intervallo. Coi fantasmi empolesi nella testa, l'Inter parte all'assalto senza però chiamare in causa Carnesecchi. I timori si concretizzano superato il decimo di gioco: Okereke, lasciato completamente libero di tirare da Calhanoglu, s'inventa un gioiellino che toglie la ragnatela dal sette alla sinistra di Onana e gela l'Inter. La cui reazione è comunque efficace: al 21' arriva il pari, che nasce da corner. Dzeko impegna Carnesecchi, la respinta del portiere di Ballardini trova pronto Lautaro, il cui tap-in riporta il risultato in parità. Inizia così una nuova partita, molto bella: i grigiorossi sfiorano il nuovo vantaggio con un bel colpo di tacco di Benassi, neutralizzato a terra da Onana. Poi è l'Inter, con capitan Lautaro, a far sibilare la palla di poco a lato rispetto alla porta dei padroni di casa. Al 28' un potenziale episodio chiave: Acerbi perde palla e stende Okereke lanciato verso la porta nerazzurra. Mariani estrae il giallo, valutando possibile il rientro di Bastoni: restano molti dubbi, ma si va avanti e la gara resta divertente. Altro giallo per Calhanoglu, nel finale occasionissima Inter: Carnesecchi blinda a doppia mandata su Dimarco da fuori e Lautaro da due passi. Stradominio nerazzurro nel possesso, ma a fine primo tempo il risultato è più che giusto.

Si è girato Lautaro. Nessuna sostituzione alla ripresa del gioco, Dimarco riprende il bombardamento a cui Carnesecchi risponde presente e la direzione arbitrale di Mariani continua a lasciare grossi dubbi: questa volta manca un rigore solare all'Inter per un fallo di Chiriches su Dzeko. Il bombardamento nerazzurro prosegue, Ballardini corre ai ripari inserendo Dessers e Afena-Gyan: doppio cambio offensivo per alzare la testa. Ma con risultati non ottimali: Dzeko prima ci prova in solitaria, poi ispira l'imbucata per Lautaro. La girata sporca dell'argentino beffa Carnesecchi, l'Inter passa in vantaggio sul 2-1 ed è una rete che scioglie un cumulo di nodi in gola alla formazione ospite. Inzaghi cambia il tandem d'attacco, Gagliardini chiude da capitano, la Cremonese alza la testa: Darmian e Onana fermano una bella incursione del nuovo entrato Buonaiuto. È l'ultimo squillo della Cremo, nel finale Dumfries cerca la gloria personale, Carnesecchi dice no e Chiriches sulla traversa. devia avrebbe anche la palla per ampliare il vantaggio dei suoi ma parte da posizione di evidente fuorigioco e quindi non se ne fa nulla.

CREMONESE-INTER 1-2
(11' Okereke; 21' e 65' Lautaro)