Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
Tudor, dal sogno Juve al Napoli: tappa intermedia come fu per Lippi?TUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
lunedì 13 novembre 2023, 13:05Primo piano
di Mirko Nicolino
per Bianconeranews.it

Tudor, dal sogno Juve al Napoli: tappa intermedia come fu per Lippi?

Dopo essere stato vicino al ritorno alla Juventus in estate, Igor Tudor è il candidato numero uno a sostituire Rudi Garcia al Napoli

Con Rudi Garcia ormai fuori dal Napoli, oggi potrebbe essere la giornata decisiva per la firma di Igor Tudor. Il tecnico croato è il candidato numero uno a raccogliere l’eredità del francese, nonostante il patron Aurelio De Laurentiis, all’addio di Cristiano Giuntoli ebbe a dire sostanzialmente che gli juventini dalle sue parti non possono starci…

L’ex centrocampista della Juventus non ha mai negato il suo amore per i colori bianconeri, ma paradossalmente ad ore potrebbe sedersi sulla panchina di una piazza che quei colori li odia, senza mezze misure. Al di là di qualunque tipo di discorso tecnico-tattico (o Tudor rinuncia alla difesa a tre oppure il Napoli sarà rivoltato come un calzino a stagione in corso), per il tecnico croato si tratterebbe praticamente di un ripiego.

Dopo aver lasciato il Marsiglia per motivi personali e professionali, infatti, Tudor è stato uno dei più accreditati candidati alla panchina della Juventus l’estate scorsa. Nel momento di maggior tensione tra Massimiliano Allegri e Francesco Calvo, infatti, la corrente che fa capo allo stesso dirigente aveva deciso il cambio di guida tecnica e Igor era considerato il profilo ideale (assieme a Thiago Motta e altre alternative) per guidare un nuovo corso Juve. Alla fine, il tecnico livornese è riuscito però a far valere le sue ragioni e Calvo è stato dirottato ad un altro ramo d’azienda e Tudor è rimasto fermo, con in mano solo una promessa di allenare la Vecchia Signora.

Insomma, dal sogno di un ritorno in grande stile, dopo essere stato collaboratore nemmeno tanto ascoltato nell’anno di Andrea Pirlo, Tudor potrebbe ora trovarsi la Juventus di fronte da avversario e dalla parte di una delle tifoserie più agguerrite contro i bianconeri. È anche la bellezza del calcio e chissà che questa esperienza in Campania, come fu per Marcello Lippi, non possa essere uno step intermedio per un altro scatto di carriera…