Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Accadde Oggi...
4 dicembre 1994, un giovane Del Piero stende la Fiorentina con un gol che entrerà nella storiaTUTTO mercato WEB
lunedì 4 dicembre 2023, 05:00Accadde Oggi...
di Alessio Del Lungo

4 dicembre 1994, un giovane Del Piero stende la Fiorentina con un gol che entrerà nella storia

Ventinove anni fa Alessandro Del Piero realizzò il gol che lui stesso ha definito "uno dei più belli della mia carriera". Alla seconda stagione con la maglia della Juventus, l'allora 20enne era il calciatore che nelle idee del club avrebbe dovuto rappresentare il futuro dei bianconeri, ma non era ancora chiaro se sarebbe riuscito a soddisfare una tale aspettativa e una tale pressione. L'eredità era di quelle pesanti perché Pinturicchio avrebbe dovuto sostituire Roberto Baggio, fresco Pallone d'Oro che qualche giorno prima di era infortunato seriamente a Padova e che, a causa del suo rapporto con il tecnico Lippi, sembrava ormai prossimi all'addio.

Nella 12^ giornata di Serie A, la Fiorentina passò in vantaggio al 24' con Baiano, velocissimo ad avventarsi su una corta respinta di Peruzzi, siglando così lo 0-1 momentaneo. Al 35' arrivò pure il raddoppio, con Carboni che fulminò il portiere della Juventus con un potente destro dopo una sponda aerea di Batistuta dal settore destro dell'area di rigore. I bianconeri faticarono a trovare un gioco armonioso e accorciarono le distanza soltanto al 73' con un grandissimo colpo di testa di Vialli, in anticipo sul primo palo, su assist di Ravanelli. Al 76', solo 3 minuti più tardi, la storia si ripeté, con Ravanelli che questa volta fece la torre di testa per Vialli, abile a controllare e fulminare Toldo con il destro.
Quando ormai il pari sembrava scritto, salì in cattedra il ragazzino, che in futuro sarà il simbolo della Vecchia Signora per molto tempo: lancio profondo più disperato che voluto di Orlando, Del Piero guardò solo il pallone e, mentre lo stesso scendeva da un altezza siderale, lo colpì con un collo esterno destro al volo, spedendolo da poco dentro l'area sotto la traversa alla destra di Toldo.

Lo Stadio delle Alpi esplose, la Juventus vinse e Del Piero divenne forse a partire da quel giorno il campione che tutti conosciamo. Di seguito le formazioni di quella gara:


Juventus (3-4-1-2): Peruzzi; Porrini, Carrera, Ferrara; Torricelli (dall'8' s.t. Tacchinardi), Marocchi (dal 29' s.t. Jarni), Sousa, A. Orlando; Del Piero; Ravanelli, Vialli. Allenatore: Lippi.

Fiorentina (4-3-3): Toldo; Malusci, Santos, Pioli, Carnasciali; Cois (dal 45' s.t. Flachi), Carbone, Rui Costa; Robbiati, Baiano (dal 26' s.t. Amerini), Batistuta. Allenatore: Ranieri.