Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / milan / News
Borghi: "De Ketelaere giocatore formidabile, ha una capacità notevolissima di muoversi negli spazi stretti"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 8 agosto 2022, 20:10News
di Manuel Del Vecchio
per Milannews.it

Borghi: "De Ketelaere giocatore formidabile, ha una capacità notevolissima di muoversi negli spazi stretti"...

Stefano Borghi, noto telecronista, ha parlato così di Charles De Ketelaere in un video sul suo canale YouTube: "L’acquisto di De Ketelaere per me è un acquisto molto intelligente: si può dibattere sulle cifre, si può parlare di tutto, bisogna dare a questo ragazzo belga che è molto giovane il tempo di adattarsi. Ma io sono abbastanza persuaso dall’idea che De Ketelaere sarà protagonista fin dall’inizio. Perché è un giocatore formidabile, nonostante la giovane età ha già dato dimostrazioni sia nel calcio belga, che è molto diverso dal calcio italiano, e sia nel calcio internazionale. È uno che entra perfettamente nel calcio che fa questa squadra e questo allenatore. È uno che può arrivare a risolvere delle criticità che erano emerse nella scorsa stagione, ovvero la difficoltà in certi momenti a scardinare certi tipi di partita. De Ketelaere è uno che ha gol, che ha assist, che ha grande tecnica nel suo sinistro, ma che ha soprattutto una capacità notevolissima di muoversi negli spazi stretti, di trovare il movimento smarcante che, io credo che nella direzione che sta prendendo il calcio, sarà caratteristica sempre più ricercata. In un calcio che va sempre più verso il concetto di uomo contro uomo. Con il modo in cui si esprimono in questo momento credo che il centrocampista offensivo, il trequartista che sta in spazi stretti, sa muoversi in modo giusto, può essere una chiave di volta tattica adatta per le partite in quest’era del calcio. Lui non solo sa muoversi molto bene, sa anche spondare, sa controllare in modo orientato, ha visione periferica: è un calciatore che da gioco alla squadra. Io lo penso, soprattutto all’inizio, come trequartista centrale; ma è vero che può essere lavorato anche come trequartista destra".