Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
TMW RADIO - Pistocchi: "Napoli e Milan sono le due squadre più europee del campionato"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di DANIELE MASCOLO
giovedì 6 ottobre 2022, 18:20News
di Enrico Ferrazzi
per Milannews.it

TMW RADIO - Pistocchi: "Napoli e Milan sono le due squadre più europee del campionato"


Maurizio Pistocchi, giornalista, ha parlato dei temi del giorno a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio.

Milan e Napoli possono essere seguite da altre nel loro percorso tracciato?
"Il Napoli da tempo abbia tracciato la strada. Lo scouting, la competenza credo sia sempre importante, oggi ancora di più. Quando hai tanti soldi puoi comprarti la Ferrari. Se non ne hai tanti, devi prendere un'altra macchina ma altrettanto competitiva. Il Milan sta facendo un processo di ricerca di talenti giovani, che ha trovato successo lo scorso anno. Il Napoli sono anni che lavora così e quest'anno ha fatto un capolavoro, seguendo le indicazioni di un grande allenatore come Spalletti. Complimenti a Napoli e Milan, la strada è quella giusta".

Quale altre squadre possono essere protagoniste in Serie A?
"Napoli e Milan sono le due più europee del campionato. Il Milan mi ha stupito a Empoli perché ha reagito al pareggio in una maniera straordinaria, vuol dire che ci credono. La vittoria dell'anno scorso gli ha dato autostima. Mi piace l'Atalanta, che non avendo le coppe farà un grande campionato, perché è un ambiente solido e hanno preso giocatori funzionali. E sono curioso di vedere fino a quando rimarrà lì l'Udinese. Nella Lazio si comincia a vedere l'impronta di Sarri, e la Roma, che non gioca un calcio bello ma ha grandi individualità. Sarà il campionato più aperto degli ultimi dieci anni".