Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / milan / Altre Notizie
TMW RADIO - De Cosmi: "A gennaio un nuovo campionato. Questa Juve va rispettata"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 15 novembre 2022, 16:28Altre Notizie
di TMWRadio Redazione
tmwradio

De Cosmi: "A gennaio un nuovo campionato. Questa Juve va rispettata"


Ospite: Roberto De Cosmi - Maracanà con Marco Piccari e Alessandro Sticozzi
A commentare i temi del campionato a Maracanà, trasmissione di TMW Radio, è stato mister Roberto De Cosmi.

Che ne pensa del momento della Juventus?
"Ho visto una squadra in palla dal punto di vista mentale e fisico, sta recuperando anche degli elementi importanti, ha avuto un inizio orribile, oggi è una squadra in corsa per la Champions. Scudetto? E' vero che la distanza dal Napoli è abissale ma con questa mentalità e gli elementi recuperati, oltre a un gioco cinico e pratico, con giocatori volitivi, può andare lontano. Non è bella da vedersi ma ora ha i risultati che non c'erano all'inizio. Quando si corre, bisogna vedere dove si arriva. E' una Juventus da rispettare comunque. Sicuramente il Mondiale logora fisicamente e mentalmente e la Juve ne ha tanti fuori, ma alla ripresa sarà un nuovo campionato".

Magari chi andrà al Mondiale starà più sul pezzo alla ripresa rispetto a chi è rimasto a casa?
"Il Mondiale assorbe energie. Lavorare a ranghi ridotti dall'altra parte non è la cosa migliore. Vedremo".

Napoli che nelle prime cinque al ritorno ha tre scontri diretti. Cosa può fare?
"Ha tre scontri diretti che potenzialmente potrebbe perderne uno, ma se ne pareggi due e vinci le altre due puoi superare questo scoglio. Bisogna vedere il Napoli come sta quando ritorna dalla sosta. Con l'Udinese c'è stato un calo dopo il 3-0, ci stava e l'Udinese è comunque da tenere d'occhio. Ci sta un po' di stanchezza ma quano sei sul 3-0 ci sta che allenti la tensione. Il Napoli attento, aggressivo, che corre e ha qualità finora ha dominato ed è meritatamente primo".

Quale l'outsider?
"Non lo sappiamo. Chi sta venendo meno ora è l'Atalanta, un poco la Roma, la Lazio ha alti e bassi, quindi forse il Milan. ma vedremo più avanti".