Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / napoli / Serie A
L'Udinese ufficializza Sottil, si punta sulla continuità rispetto alla filosofia portata da CioffiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano
giovedì 9 giugno 2022, 09:00Serie A
di Davide Marchiol

L'Udinese ufficializza Sottil, si punta sulla continuità rispetto alla filosofia portata da Cioffi

Dopo le lungaggini dovute alla necessità di trovare un accordo con l'Ascoli per liberare lui e il suo staff dall'ultimo anno di contratto, Andrea Sottil è ufficialmente il nuovo allenatore dell'Udinese. Alla fine le due società hanno trovato la quadra per soddisfare tutte le parti coinvolte nella trattativa, con il mister di Venaria Reale che dunque può ora prendere il suo posto nello staff friulano. Il tecnico ritrova Udine dopo la sua avventura da calciatore, ricca di soddisfazioni, dal 1999 al 2003. La speranza delle zebrette è chiaramente quella che si replichi il legame creato quando calcava il terreno dell'allora stadio "Friuli".

Sottil è stato infatti tra i protagonisti di diverse imprese dell'Udinese, come la vittoria della Coppa Intertoto, l'ultimo trofeo sollevato dalla prima squadra, o l'impresa di Leverkusen in Coppa UEFA, dove i friulani di Gigi De Canio ribaltarono al BayArena lo 0-1 del Bayer del Friuli. Ora c'è da replicare quanto di buono fatto da calciatore anche dalla panchina e le premesse sono sicuramente interessanti. Il mister infatti ha già fatto tanta gavetta tra Serie D, C e B. Nella stagione che si è appena conclusa ha porato l'Ascoli a dei playoff che erano un po' un semplice sogno a inizio annata. Il risultato è stato raggiunto dando una precisa impronta alla squadra, che ha proposto un gioco offensivo che è andato a valorizzare i diversi elementi nella rosa del Picchio, sia giovani che veterani (come capitan Federico Dionisi).

Una filosofia dunque simile a quella proposta da Gabriele Cioffi, che a breve sarà ufficialmente il nuovo allenatore dell'Hellas Verona. Nel girone di ritorno l'ex vice di Luca Gotti ha dato la sterzata giusta all'Udinese, valorizzando così i diversi elementi di talento della rosa. Ora toccherà a Sottil, anche se chiaramente bisognerà vedere come cambierà le carte in tavola il mercato. La sensazione è che, come sempre, alcuni elementi di spessore partiranno, ma solo quelli arrivati ormai al top con i colori bianconeri e che quindi faranno il salto. E' il caso per esempio di Deulofeu. Tra il Napoli e i Pozzo la distanza tra offerta e richiesta va riducendosi, lo spagnolo probabilmente quindi saluterà e cambierà a casacca. Al suo posto però le zebrette potrebbero portare in Italia un altro talentino, ovvero Joao Pedro, retrocesso con il Watford e che quindi ora necessita di una nuova squadra.