Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / salernitana / Serie A
Palladino: "A Salerno sono stato amato e ho dato tutto. Troveremo un ambiente complicato"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 23 febbraio 2024, 17:15Serie A
di Lorenzo Di Benedetto

Palladino: "A Salerno sono stato amato e ho dato tutto. Troveremo un ambiente complicato"

Il tecnico del Monza, Raffaele Palladino, nella sua conferenza stampa di vigilia della sfida contro la Salernitana, ha parlato anche del suo passato in granata: "Salerno è un posto dove sono stato benissimo, una città meravigliosa dove sono stato amato e ho sempre cercato di dare il massimo per quella maglia. Allo stadio ci sarà tutta la mia famiglia presente e voglio regalare una soddisfazione ai miei cari. Conosco bene tutto l'ambiente, lì i tifosi vivono per il calcio e provano un amore sconfinato per la maglia. Troveremo un ambiente molto complicato e la Salernitana è una squadra ancora viva. Dovremmo essere molto concentrati perché le insidie sono dietro l'angolo. Liverani lo conosco, è un allenatore a cui piace giocare a calcio. Sa difendersi e sa attaccare. Visto il loro ultimo risultato troveremo una squadra ferita e dovremo essere bravi a limitare le loro trame di gioco".

Come giudica il suo percorso professionale?
“Devo migliorare ancora tanto, personalmente sono affamato e ho ancora tante ambizioni. Amo il mio lavoro alla follia. Sono molto grato a questa società, al Monza e a questi tifosi e per questo darò sempre il 100%”.


Facendo un passo indietro e tornando alla partita vinta sul Milan, ritiene giusta l’espulsione di Jovic?
“Dal campo avevo avuto la sensazione che Jovic avesse colpito Izzo, è la reazione che va condannata e proprio per questo per me l'espulsione è giustissima”.