Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / salernitana / News
Iervolino e quel messaggio che non piace alla tifoseria: "Entrate legate alle uscite"TUTTO mercato WEB
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
martedì 5 dicembre 2023, 17:30News
di Gaetano Ferraiuolo
per Tuttosalernitana.com

Iervolino e quel messaggio che non piace alla tifoseria: "Entrate legate alle uscite"

Il presidente Danilo Iervolino è stato chiaro – come riporta oggi il quotidiano “Le Cronache”– parlando della prossima campagna acquisti della Salernitana in una intervista rilasciata a SportItalia.

In pratica prima bisogna vendere e poi si penserà a fare degli acquisti. Una cosa è sicura: “Resterà solo chi ha voglia di sudare la maglia. Chi nicchia, tira indietro la gamba e non mette il cento per cento in ogni partita non fa per la Salernitana”.

Sull’ultimo posto in classifica Iervolino ha dichiarato: “Abbiamo perso armonia e senso di squadra, si sono creati dei gruppi. Il precedente allenatore (Sousa) credeva meno nella squadra per varie dinamiche che si sono incastrate male. Abbiamo oltre dieci giocatori convocati dalle rispettive nazionali eppure non riusciamo a giocare un bel calcio, siamo decimi o indicesimi per salari eppure siamo ultimi in graduatoria”.

Sulla posizione del tecnico Inzaghi e del ds De Sanctis, il massimo dirigente della società granata ha chiarito: “Non sono un falso, lo dico senza infingimenti, non faccio dietrologia. Vado d’accordissimo con Inzaghi e vorrei che restasse altri cinque anni con noi ma nel calcio contano i risultati. Se vinci sei bravo, se perdi no.

Il mister ha una carica umana incredibile, ama il calcio, Salerno, i suoi tifosi, la città. Lancia sempre il cuore oltre l’ostacolo ed è convinto di farcela, mette tutto se stesso e impiega ogni energia per ricreare il gruppo che si era un po’ sfaldato. È il dodicesimo uomo, si fa sentire, potrà fare molto. Io ho molta fiducia.

Il diesse? Se pensassi di cambiarlo lo comunicherei prima a lui, come ho fatto con l’allenatore, poi in seguito farei audizioni per ingaggiarne uno nuovo. Oggi siamo ultimi e non posso dire di essere soddisfatto ma potrei esserlo tra due partite, con due vittorie. Non sono soddisfatto neppure dei giocatori, di tutto.

Questa squadra è stata costruita puntando sui giovani con un progetto di medio periodo, se dopo pochi mesi i risultati non arrivano non significa che il progetto sia già fallito in pochi mesi. Massara non rientra nei nostri piani”