Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / sassuolo / Altre Notizie
TMW RADIO - Ballotta: "Modena? In tre anni si cerca la A. La proprietà è ambiziosa e intelligente"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano
mercoledì 29 giugno 2022, 22:04Altre Notizie
di Tommaso Bonan
tmwradio

Ballotta: "Modena? In tre anni si cerca la A. La proprietà è ambiziosa e intelligente"


Marco Ballotta, dirigente ed ex calciatore, è intervenuto durante la trasmissione “A Tutto Mercato”, su TMW Radio, per commentare vari temi.

Che cosa si aspetta dal Modena la prossima stagione e che cosa è stata questa annata?
“La proprietà è molto ambiziosa. Li ho conosciuti e sono molto entusiasti e carichi. Sapevo che avessero un progetto biennale per la promozione e ci sono riusciti al primo tentativo Imprenditori ma prima tifosi, so che cercheranno in tre anni ad arrivare in Serie A. Per la prossima stagione bisogna trovare gli innesti senza stravolgere il gruppo visto che se è un gruppo che ha vinto significa che è fatto bene. Poi naturalmente dipende dalle annate anche perché con i nomi che ci sono in Serie B si potrebbe parlare di una Serie A2”.

Il presidente dei gialloblù ha detto che sarebbe prematuro un doppio salto, che ne pensa? Sulla dichiarazione che vorrebbe tutti italiani invece?
"Giustissimo, un imprenditore, poi, è sicuramente un grande studioso nell'ambiente in cui investe. Bisogna prima consolidarsi come società, cosa che loro stanno facendo, e poi si può pensare in grande. Economicamente il Modena è forte e si vuole evitare di diventare uno di quei club che fanno su e giù tra le due categorie. Bisogna avere programmi e fare le scelte giuste. Sull’idea di calciatori tutti italiani, magari ben venga. Non dobbiamo dimenticare che siamo italiani e dobbiamo valorizzare il nostro calcio, senza avere nulla contro gli stranieri".