Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / serie c / Girone C
Foggia-ACR Messina, Zeman incontra il suo passato: le probabili formazioniTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
domenica 03 ottobre 2021 12:15Girone C
di Simone Cataldo
per Tuttoc.com

Foggia-ACR Messina, Zeman incontra il suo passato: le probabili formazioni

Sfida importantissima e di altissimi livelli, causa la storicità dei club, quella che quest’oggi ospiterà il “Pino Zaccheria”. A partire dalle 17.30 sarà Foggia-ACR Messina, sfida importante per entrambe ma per motivi differenti: i satanelli vorranno continuare a smuovere la classifica, gli ospiti vorranno ritrovare qualche punto per allontanarsi dalle zone basse. Le squadre si incontrano per la seconda volta in stagione dopo la gara in Coppa dello scorso 15 settembre, in cui i satanelli trionfarono per 2-0 con le reti di Di Grazia e Curcio nel primo tempo.

I padroni di casa sotto la guida tecnica di Zeman arrivano alla gara odierna dopo aver trovato tre risultati utili consecutivi, tra i quali spicca il successo nel derby disputato in settimana contro la Fidelis Andria e vinto per 0-3. I rossoneri fino ad oggi hanno perso due sole partite in campionato contro Bari prima e Turris poi, riuscendo a vincerne due e pareggiarne tre. Un andamento discreto che gli permette di presidiare momentaneamente l’ottava posizione in classifica con all’attivo nove punti. In campionato tra le mura amiche ha vinto due volte su quattro, perdendo e pareggiando nelle restanti, al contrario di quanto fatto in Coppa Italia dove la banda di Zdenek Zeman ha vinto in entrambe le occasioni. Sul fronte gol fatti e subiti la differenza reti risulta positiva, con Ferrante e Curcio sugli scudi e finora autori insieme di cinque gol.

Dopo il roboante successo in Coppa Italia nel grande match contro la Juve Stabia (2-3) il Messina non ha avuto un grande impatto nel campionato. Tornato tra i professionisti dopo diversi anni di militanza nei dilettanti, i giallorossi hanno esordito contro la Paganese regalando gol e spettacolo al termine di un emozionante 4-4. Da lì in poi gli unici punti messi in cascina riportano al pari casalingo contro il Palermo ed all’unico successo contro la Virtus Francavilla. Per il resto si contano tre sconfitte, di cui due di misura con Picerno e Monpoli, ed appunto l’uscita al secondo turno di Coppa proprio allo “Zaccheria”. In netta difficoltà fuori dalle mura amiche, i siciliani in trasferta hanno strappato un solo punto su quattro gare. Arrivano al match odierno dopo due sconfitte consecutive, pertanto quest’oggi potrebbe rivelarsi il match del riscatto per il Messina di Sullo.

Per Zeman, tornato quest’anno sulla panchina del Foggia, quella odierna sarà la quarta panchina rossonera contro i messinesi. Nel totale i precedenti allo “Zaccheria” sono 21 e pendono di gran lunga sul fronte rossonero, con i satanelli capaci di vincere in 12 occasioni, pareggiando quattro volte e lasciando spazio a sole cinque vittorie sicule. Tanti gli scontri tra i pro delle due, ma risulta essercene anche uno in massima serie nell’anno 1964/65 e che vide i dauni trionfare con la rete di Nocera. Altra curiosità degna di nota ci riporta alla stagione 2013/14, ovvero l’ultima in cui il Messina riuscì a siglare almeno un gol allo “Zaccheria”: in quel caso ci pensò Costa Ferreira a trafiggere i satanelli con una doppietta.

Il grande ex tra le fila del Foggia è il tecnico Zdenek Zeman, il quale ad inizio carriera allenò il Messina nella stagione 1988/89 nel campionato di Serie B. Ereditò la squadra allenata dallo storico Franco Scoglio, emblema tutt’oggi del club, e con 38 punti in classifica la squadra si piazzo senza pretese all’ottavo posto. Come al solito la squadra di Zeman si rivelò miglior attacco con 48 reti siglate, ma al contempo anche la peggior difesa con 42 reti incassate. Sul fronte opposto il primo ex è David Milinkovic, giocatore del quale in pochissimi si ricorderanno in maglia rossonera, per lui due sole presenze nella stagione 2017/18 ed entrambe in Coppa Italia, con la sfida contro il Vicenza vinta per 1-3 che lo vide andare a segno. Per lui fu un’annata particolare in quanto vestì la casacca dei satanelli da luglio fino a fine agosto prima di passare in Scozia all’Heart. Secondo ed ultimo ex tra le fila dei messinesi è Baldè, calciatore che lo scorso anno si trasferì in daunia in prestito dalla Sampdoria, e in 26 gare totali siglò tre gol e mise in rassegna un solo assist.

QUI FOGGIA – Sarà 4-3-3 per Zdenek Zeman, con Alastra a difesa della porta. Centrali di difesa Girasole e Sciacca affiancati rispettivamente da Garattoni e Nicoletti. A centrocampo Gallo in mediana sarà coadiuvato dai compagni di reparto Petermann e Rocca. Il tridente offensivo dovrebbe vedere protagonisti Merola, Ferrante e Curcio. Gli unici dubbi per il tecnico dei satanelli sono rappresentati dalla possibile presenza di Martino al posto di Sciacca al centro della difesa, e dal ballottaggio Vigolo-Curcio in avanti.

QUI MESSINA – 4-4-2 per mister Sullo. Diversi i dubbi per il tecnico che dovrebbe partire con Lewandowski tra i pali, mentre la linea difensiva dovrebbe vedere protagonisti Morelli, Fantoni, Cairllo e Sarzi Puttini. Esterni alti Russo e Catania, mentre al centro del campo dovrebbero esserci Fofana e Damian. In avanti il tundem d’attacco dovrebbe vedere protagonisti Adorante e l’ex Pescara Vukusic. I dubbi da sciogliere per i messinesi vedono vacillare le posizioni di Fantoni al centro della difesa insidiato da Celic, quella sulla corsia mancina di Catania con Distefano possibile scelta dal 1’ ed infine quella di Baldè che potrebbe scippare la maglia da titolare ad Adorante.  

FOGGIA (4-3-3): Alastra; Garattoni, Girasole, Sciacca, Nicoletti; Petermann, Gallo, Rocca; Merola, Ferrante, Curcio. A disp.: Volpe, Martino, Markic, Di Jenno, Garofalo, Ballarini, Tuzzo, Merkaj, Di Grazia, Vigolo. All.: Zeman.

ACR MESSINA (4-4-2): Lewandowski; Morelli, Fantoni, Carillo, Sarzi Puttini; Russo, Fofana, Damian, Catania; Adorante, Vukusic. A disp.: Fusco, Goncalves, Rondinella, Celic, Mikulic, Marginean, Konate, Fazzi, Busatto, Distefano, Milinkovic, Baldè. All.: Sullo.

La sfida dello “Zaccheria” tra Foggia e Messina sarà diretta da Michela Di Cairano della sezione di Ariano Irpino, coadiuvato dal primo assistente Alex Cavallina (Parma); il secondo assistente Nicola Tinello (Rovigo) ed il quarto ufficiale Mattia Pascarella (Nocera Inferiore).

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000