Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / udinese / Serie A
Un calcio al Coronavirus, Ilicic sembra Messi e l'Atalanta va ai quarti: 3-4 al ValenciaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
martedì 10 marzo 2020 22:49Serie A
di Andrea Losapio

Un calcio al Coronavirus, Ilicic sembra Messi e l'Atalanta va ai quarti: 3-4 al Valencia

Il poker di Ilicic stende il Valencia, mai realmente in gioco per la qualificazione. L'Atalanta si qualifica ai quarti di Champions

LE FORMAZIONI - L'Atalanta deve fare a meno di Gollini e quindi inserisce Sportiello nell'undici titolare, per il resto è tutto uguale alla sfida di San Siro eccezion fatta per Djimsiti - che sarebbe dovuto essere titolare, ma un infortunio nel riscaldamento lo bloccò - che prende il posto di Toloi, rimasto ai box. poi Ilicic in porta, con Pasalic e Gomez nei tre davanti. Invece il Valencia recupera Cillessen al posto di Jaume, in porta, ma deve inserire Coquelin in mezzo alla retroguardia. Rodrigo, recuperato, gioca con Gameiro in attacco.

PRONTI, PARTENZA, VIA - La partenza è sempre in avanti, non c'è modo per gestire. Così Ilicic si allarga sulla destra, salta Kondogbia secco, arriva davanti al portiere e sterza. Diakhaby ci casca e regala il calcio di rigore più solare possibile, scivolando in area e prendendo il piede. Dagli undici metri lo sloveno non sbaglia, tirando centralmente: neanche tre 180 secondi e l'Atalanta è già in vantaggio. Prima del decimo gli spagnoli si scuotono con un gran tiro di Rodrigo dalla distanza, su cui Sportiello può mettere gunatoni e cervello, per evitare di essere freddo e emozionato. Gestire però non è roba per l'Atalanta: pallone perso da de Roon in mezzo al campo, pallone filtrante per Gameiro che sfrutta un errore di Palomino - bravo nella scivolata, non nel rilanciare il pallone - e deposita a porta praticamente vuota. 1-1 dopo ventuno minuti.

QUALCHE OCCASIONE - L'Atalanta prova a riprendere il filo del gioco, dopo averlo perso per un periodo. Così prima Gosens centra per Hateboer che, per un secondo, arriva in ritardo. Poi Pasalic sull'angolo susseguente spedisce a lato di testa. Infine Gomez, in contropiede, prova un pallonetto che non impensierisce Cillessen. La partita è viva, perché il Valencia prova a giocare, ma poi lascia delle praterie. Così in un paio di circostanze Coquelin mette una pezza, ma il fatto che Diakhaby non sia titolare si palesa in tutta la sua chiarezza al 43': rimessa laterale, finta di Ilicic e fallo di mano evidente che dà il secondo rigore: 2-1, con lo sloveno che spiazza Cillessen.

RISCHI - Nella ripresa il Valencia dovrebbe fare cinque gol, ma meglio non abbassare la guardia. Eppure Palomino, in serata no, perde un altro pallone e dall'azione susseguente Gameiro arriva primo sul cross, è il 2-2. A metà del secondo tempo, invece, Ferran Torres entra come una lama nel burro - ancora male Palomino - per il 3-2.

POKER ILICIC - Il Valencia è tutto in avanti e non ha praticamente più difensori. Così quando Zapata recupera su Kondogbia e Ilicic porta avanti il contropiede sembra un finale già scritto. Il colombiano centra, la palla finisce nel mismatch tra lo sloveno e Parejo: palla sul sinistro, poco dentro l'area, e mirino all'angolino che non sembra così lontano. I conti sono chiusi, il 3-3 porta il Valencia - a 18 dalla fine - a doverne segnare quattro. Peccato sia lui a chiudere tutto, ancora una volta, entrando in area dopo un passaggio di Pasalic e con il piattone, facile, come se fosse un rigore in movimento. L'Atalanta tocca l'apice della sua storia, nel momento più buio per la sua gente.

VALENCIA-ATALANTA 3-4
Marcatori: Ilicic 3', Gameiro 21', Ilicic 44', Gameiro 51', Ilicic 72', Ilicic 81'.

Valencia (4-4-2)
Cillessen; Wass, Diakhaby (dal 46' Guedes), Coquelin (dal 75' Cheryshev), Gaya; Ferran Torres, Kondogbia, Parejo, Soler; Rodrigo (dall'80' Florenzi), Gameiro.

Atalanta (3-4-2-1)
Sportiello; Djimsiti, Caldara, Palomino; Hateboer, De Roon (dal 45' Zapata), Freuler, Gosens; Pasalic (dall'84' Tameze), Gomez (dal 79' Malinovskyi), Ilicic.
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000