Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Andrea Tacconi: "Papà mi ha chiesto quando ricomincia la serie A e datemi un Gin Tonic che ho la gola secca"

Andrea Tacconi: "Papà mi ha chiesto quando ricomincia la serie A e datemi un Gin Tonic che ho la gola secca"TUTTOmercatoWEB.com
martedì 5 luglio 2022, 08:39Altre Notizie
di Redazione TMW
fonte BIANCONERANEWS.IT

Nel corso di “Cose di Calcio” su Radio BiancoNera è intervenuto il figlio di Stefano Tacconi, Andrea, per aggiornare tutti gli appassionati sulle condizioni di suo padre che sta seguendo ad Alessandria la riabilitazione dopo l'emorragia cerebrale dello scorso aprile: “Continua a migliorare un passo alla volta – ha spiegato Andrea – Sarà un percorso ancora lungo ma finalmente iniziamo a vedere la luce in fondo al tunnel.

Il primo periodo subito dopo il malore è stato sicuramente il più duro perchè non sapevamo mai cosa aspettarci ed ogni chiamata al cellulare ci faceva tremare i polsi, ma fortunatamente papà ha saputo superarlo alla grande e adesso anche noi familiari respiriamo un po'.
Come dicevo la riabilitazione sarà ancora lunga ma i medici dicono che ha ancora il fisico di un ragazzino e sta rispondendo alla grande alle cure, speriamo di rivederlo in piedi tra settembre ed ottobre, ma comunque non c'è fretta, lui deve stare tranquillo e pensare soltanto a riprendersi”.
Tacconi però è sempre lui, così il racconto di Andrea riguardo le prime parole del papà strappa un sorriso: “Ci ha chiesto un gin tonic perchè aveva la gola secca – racconta sorridendo – E poi vuole sapere quando ricomincia la Serie A, vorrebbe tornare a casa per guardare le partite ma per il momento dovrà accontentarsi del televisore che gli porterò in reparto”.