Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / bari / In Primo Piano
Bari, occhio alle alternative. In quattro prenotano un finale da urlo
lunedì 27 marzo 2023, 07:00In Primo Piano
di Davide Giangaspero
per Tuttobari.com

Bari, occhio alle alternative. In quattro prenotano un finale da urlo

Mancano otto partite al termine della stagione regolare. Per il Bari, quello al via sabato 1 aprile contro il Benevento, sarà un rush finale incandescente. Riuscirà ai biancorossi l'aggancio in extremis alla seconda piazza della classifica? Ad oggi l'obiettivo sembra essersi allontanato; così fosse, il Bari avrebbe comunque l'obbligo di tentare la migliore posizione possibile, per avvantaggiarsi ai playoff.

Servirà il Bari migliore. Ma anche le alternative dovranno dare il loro contributo. Ci si attende risposte, specie da alcuni elementi della rosa che fin qui non hanno mostrato ancora tutto il loro potenziale. La loro crescita, del resto, potrebbe donare nuova benzina ad una macchina che sta correndo incessantemente da agosto.

Come non menzionare Scheidler e Ceter? Le due punte centrali non hanno mai pienamente convinto fin qui. Eppure, in gare sporche, e secondi tempi bloccati, servirebbe eccome un loro squillo. Muscoli e centimetri sembrano appartenere alle caratteristiche fisiche di entrambi che, ora, dovranno però trovare identità e consapevolezza dei propri mezzi. In particolare Ceter è atteso da una verifica: riuscirà a trovare continuità? Oppure i problemi fisici lo attanaglieranno fino in fondo? La speranza di Mignani è che il colombiano possa riprendersi ciò che fin qui è mancato nettamente.

Ha tanta fame, Morachioli. Diversa la parabola dell'ex Renate. E' un diamante grezzo che, comunque, sta convincendo Mignani a schierarlo con una certa continuità a gara in corso. Estro e movenze funamboliche potrebbero servire da qui in avanti ad un Bari che dovrà vincere il più possibile e scardinare casseforti non banali. Si richiede qualità pure a Benali: il libico è un habitué di certe rincorse. Ha girato la Penisola, impattando un po' ovunque. L'inserimento fin qui a Bari è stato lento ma potrebbe essere uomo utile nel momento decisivo: del resto col Pisa l'anno scorso ha sfiorato la A, una categoria che ha conosciuto anche da attore protagonista. Per questo, affidarsi presto a lui non sembra certo ipotesi campata in aria.