Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / juventus / I fatti del giorno
La gara più importante per la Juventus è con Milik in panchina. Maccabi, il tema è il digiunoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 5 ottobre 2022, 00:41I fatti del giorno
di Marco Conterio
fonte dall'inviato a Torino di Tuttomercatoweb.com

La gara più importante per la Juventus è con Milik in panchina. Maccabi, il tema è il digiuno

Gara decisiva per la Juventus, da vincere per sperare e per iniziare a mettere in piedi la remuntada nel girone che vede i bianconeri a zero punti alla pari del Maccabi Haifa. Stasera sfida all'Allianz di Torino contro gli israeliani: per gli ebrei praticanti dal tramonto di ieri fino a quello di oggi è Yom Kippur, la Festa del Pentimento, e osserveranno digiuno senza mangiare e bere. Per questo il tecnico Bekhar farà a meno di 4-5 perni della sua formazione mentre Allegri non avrà Milik: il polacco va solo in panchina perché vittima di un affaticamento muscolare.

C'è Di Maria
"Spero di non doverlo utilizzare a gara in corso", ha detto Allegri di Milik. Lo preserverà per il Milan in campionato, dove sarà squalificato Di Maria. Il Fideo giocherà dal 1' nel tridente contro gli israeliani insieme a Vlahovic e Kostic. Intanto ha ripreso a lavorare in gruppo, parzialmente, Chiesa. Passo dopo passo, procede il recupero dell'esterno d'attacco italiano che la Juve spera di riabbracciare in una gara ufficiale il prima possibile. Tra i pali c'è Szczesny, al ritorno in Champions dopo aver giocato anche in campionato nella vittoria contro il Bologna. Il polacco ha parlato in conferenza stampa e ha definito Allegri "uno psicologo che ci carica tanto". Ora però è vietato sbagliare e l'obbligo è vincere e sperare.