Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Cessioni, rinnovi e acquisti: la Roma schiaccia sull’acceleratore

Cessioni, rinnovi e acquisti: la Roma schiaccia sull’acceleratore
martedì 28 giugno 2022, 08:15Serie A
di Dario Marchetti

Non si può parlare già di ritardi, ma la Roma deve premere sull’acceleratore. A sette giorni dal raduno di Trigoria e a 14 dalla partenza per il ritiro con il Portogallo sono solo due i volti nuovi a Trigoria (Matic e Svilar), mentre sono diversi i casi aperti. Dallo smaltimento degli esuberi alle questioni più spinose legate ai rinnovi e infine gli acquisti: tanto lavoro per Tiago Pinto che deve anche fare i conti con la pressione scaturita dalle aspettative di Mourinho che dopo la vittoria in Conference League vuole alzare ancora di più l’asticella. La priorità in casa giallorossa, in questo momento, sono le cessioni. Serve sbloccarne due-tre per accelerare poi sugli acquisti. Per Veretout si cerca una soluzione in Francia con il Marsiglia interessato o anche il Lione che offrirebbe uno scambio a zero con Aouar. Tra le due offerte la Roma preferirebbe la prima perché cash e perché con l’OM si potrebbe fare un discorso a più ampio raggio comprendendo anche Kluivert nella trattativa. Da risolvere anche il caso Diawara che da un anno e mezzo a questa parte ha rifiutato ogni offerta che Pinto gli ha messo sul piatto e per questo se dovesse restare ancora per la ripresa degli allenamenti, finirebbe nella rosa B senza potersi allenare con il resto dei compagni. Su di lui ci sono Valencia e Lecce con quest’ultimi che potrebbero muovere passi importanti proprio nelle prossime ore.

Una volta sistemate le cessioni si potrà incidere anche sugli arrivi per portare intanto a Trigoria Frattesi e Celik e poi piano piano finire di puntellare la squadra con le richieste dello Special One. Contestualmente, però, andranno rivisitati alcuni contratti e per i Friedkin le priorità ad oggi sono due: Mancini e Cristante, i due vice capitani di Pellegrini. A seguire si lavorerà sul rinnovo di Spinazzola, Zalewski e se non sarà ceduto anche di Zaniolo. Proprio intorno a Nicolò ci sono i rumors più forti. La società giallorossa è stanca delle dichiarazioni uscite dal ragazzo o da chi gli sta intorno e preferirebbe un low profile in linea con le strategie della proprietà. Al suo procuratore è stato comunicato che il rinnovo non verrà preso in considerazione prima di settembre e questo potrebbe portare il ragazzo a fare delle valutazioni circa l’addio in estate. La Roma dal canto suo non lo ha mai ritenuto un incedibile, ma Mourinho è stato chiaro con tutti (Pinto e giocatore): a prescindere dall’esito finale della storia, la questione va risolta entro la partenza per il Portogallo.