Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Le pagelle della Juventus - Spettatori del Di Maria show. Inizia una nuova storia per Rabiot?

Le pagelle della Juventus - Spettatori del Di Maria show. Inizia una nuova storia per Rabiot?TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 5 ottobre 2022, 22:53Serie A
di Marco Conterio
fonte dall'inviato a Torino di Tuttomercatoweb.com

Juventus-Maccabi Haifa 3-1 al 90' (33', 83' Rabiot, 50' Vlahovic, 75' David)

Szczesny 6.5 - Almeno quattro parate straordinarie, una divisa fluo che non si può non notare, tanto carisma, un'uscita azzardata e sbagliata sul gol del Maccabi, una porta che stavolta non resta imbattuta.

Cuadrado 6 - Quando punta l'uomo è meraviglia sudamericana. Però le amnesie aumentano col passare del tempo, qualche buca di troppo alla quale i compagni devon mettere una pezza. La summa è comunque una sufficienza. (dal 66' Bonucci 6 - Un errore, una cosa bella: il primo è la posizione sbagliata sul mancato fuorigioco dove nasce il gol di David. Poi salva quello che sarebbe stato il clamoroso gol del pari degli israeliani).

Bremer 6 - Scelto al posto di Bonucci per una maglia da titolare, la sfida contro Pierrot sembra un incontro impari: l'haitiano ha tanto fisico ma poi vien sempre anticipato dal brasiliano. Sul gol ha poche colpe: teneva in fuorigioco David.

Danilo 6.5 - Centrale mancino, nel suo continuo peregrinare tattico, dimostra di saper indossare i vestiti giusti per ogni stagione. Spremuto, tiene botta, tiene duro e soprattutto tiene a bada gli avanti israeliani.

De Sciglio 6 - Buona spinta e buon contenimento per tutto il primo tempo, poi Massimiliano Allegri lo sostituisce all'intervallo per un fastidio alla coscia destra. Ma è comunque sempre prezioso nelle geometrie bianconere. (dal 46' Alex Sandro 6.5 Entra con la Juventus padrona del campo e il Maccabi sulle gambe. Gli israeliani poi metton dentro Atzili ma alza i giri e si fa vedere anche in fase avanzata).

McKennie 5.5 - Se Rabiot è lama affilata, lui ha le punte stondate: non riesce a infilare il Maccabi e pure in fase d'interdizione lascia qualche corridoio di troppo tra le linee nemiche. Quanto il Maccabi cambia sulla trequarti, s'infila spesso dalle sue mattonelle.

Paredes 7 - Nel primo tempo, Tchibota lo mette a sedere in area e conclude in porta: sdraiato, dà un colpo di reni e di fronte respinge la palla. In una fotografia, tutta la sua partita: cuore, grinta, ma pure tante geometrie. (dall'85' Miretti sv)

Rabiot 7.5 - Quando Di Maria decide di fermare il tempo servire un pallone in profondità, lui è lì, nella sua dimensione, riccioli al vento, prima un sinistro e poi una zuccata che sono due mattoni nella remuntada europea della Juventus.

Di Maria 8 - L'antico adagio secondo cui quelli bravi devon giocare, e più sono e meglio è, è rappresentato dai suoi tocchi di fino. Non sarà in forma, non sarà al meglio, non sarà tante cose. Ma una lo è: una delizia per gli occhi. Assist pazzeschi, un mago.

Vlahovic 7 - Quando la Juventus lo ha scelto non è certo per galleggiare in area: Di Maria in campo, le sue verticali, gli permettono d'attaccare la profondità. Ha cavalli studiati nelle migliori gallerie del vento: il gol lo racconta al meglio. (dal 73' Kean sv)

Kostic 6.5 - Per adesso i cross sono più che quantità che qualità ma nel mare magnum dei tentativi serve diverse palle col contagiri. Una la spreca Vlahovic ma la sintonia coi compagni è in crescita. (dal 66' Locatelli 5.5 - Entra per dare solidità a centrocampo e per chiudere ancora le linee. Però il gol del Maccabi, pur con diversi concorsi di colpa, ha come genesi un suo pallone perso).

All: Allegri 7 - Eccola, la Juventus: Allegri dà le chiavi a Di Maria che non lo tradisce. Non sbaglia nessuna scelta tattica, deve sistemare però quei black out che rischiano di condizionare una stagione e hanno messo a rischio anche la gara di oggi.