Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Spezia, Gotti: "Classifica in linea per quanto fatto ma pagato tanto per gli infortuni"

Spezia, Gotti: "Classifica in linea per quanto fatto ma pagato tanto per gli infortuni"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 23 settembre 2022, 22:15Serie A
di Niccolò Pasta

Intervistato da Sky Sport, il tecnico dello Spezia Luca Gotti ha tracciato un bilancio del suo inizio stagione in Liguria, dopo aver raccolto otto punti nelle prime sette giornate di campionato: "Guardando il calendario prima di iniziare c’era di che essere preoccupati viste le trasferte. Abbiamo passato le prime sette gare con una classifica in linea con quanto fatto in campo, ma abbiamo pagato troppo dazio a un’infermeria da sempre affollata. Ci sono infortuni che ancora non sono assorbiti e anche dalle Nazionali sono arrivate brutte notizie da Kovalenko e Reca, già tornati. Contestualmente ci sono anche miglioramenti da giocatori che stanno recuperando la forma".

Sulla Serie A.
"In questi anni il campionato italiano sta cambiando pelle: da una parte c’è ricchezza e dall’altra meno. 5-6 anni fa si faceva fatica a cambiare canale guardando una partita di Premier League al cospetto della Serie A. Oggi il prodotto finale italiano invece si avvicina di più alla Premier".

Sui cambi.
"Modificando tanto nella rosa devono cambiare anche le dinamiche fra i calciatori. Con un gruppo che gioca insieme da tempo le alchimie sono più chiare, se invece bisogna riassemblare tutto ci vuole ancora più tempo.