Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / News
Malagò: "Normale che Zhang non abbia pagato il debito? No, ma può accadere"TUTTO mercato WEB
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
giovedì 23 maggio 2024, 17:40News
di Bruno Cadelli
per Linterista.it

Malagò: "Normale che Zhang non abbia pagato il debito? No, ma può accadere"

Il presidente del CONI Giovanni Malagò si è espresso così sul fresco cambio di proprietà in casa Inter, club passato ufficialmente ieri dalla mani di Suning a quelle del fondo americano Oaktree. Ecco le sue dichiarazioni nella trasmissione di Rai Radio 1 Un giorno da pecora: ""Se è normale che il proprietario non abbia i soldi per ripagare il debito? Non è normale, sarei un falso se sostenessi questa tesi. È normale che se vai per certi mari, che sono quelli dei fondi di private equity, alcune cose possano accadere".

Il presidente Malagò ha poi proseguito il suo ragionamento esprimendosi anche in merito alla regolarità del campionato: "Le dinamiche delle società con questo tipo di interventi sono legate a una massima valorizzazione dei profitti, vedi gli interessi che sono andati via come con un tassametro, oppure trovare un altro soggetto al quale rivendere la partecipazione Se il campionato è stato regolare? Certo"

Malagò si è espresso anche sul tema dell’Authority che vorrebbe introdurre il Governo per il controllo dei conti delle società professionistiche: "Vediamo come va il Consiglio dei Ministri. Il calcio qualcosa ha fatto, forse non abbastanza. Tutto è migliorabile. Una cosa è la certificazione, un’altra i parametri, gli indici che devi dare al notaio. Chiediamo rispetto e, dal canto nostro, ne portiamo moltissimo. Con Abodi vado d’accordissimo ma, come con tutti gli interlocutori, ogni tanto abbiamo idee diverse".