Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / inter / Serie A
Inter su Ndoye? Manicone: "Forte e duttile, i nerazzurri farebbero un grande acquisto"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
venerdì 21 giugno 2024, 22:45Serie A
di Paolo Lora Lamia

Inter su Ndoye? Manicone: "Forte e duttile, i nerazzurri farebbero un grande acquisto"

Antonio Manicone, a lungo vice di Petkovic sulla panchina della Svizzera (dal 2014 al 2021), ha rilasciato una intervista in esclusiva a L'Interista per parlare di Dan Ndoye: obiettivo di mercato dell'Inter per la prossima stagione.

Che ne pensa di Ndoye?
"E' un giocatore davvero forte. La prima volta che lo andai a vedere lui giocava in Svizzera, al Losanna. Era giovanissimo, io lavoravo per la Nazionale. Cercavamo nuovi giocatori da inserire".

Ma per quale ruolo cercavate giocatori? Il suo non è così definito.
"In realtà cercavamo semplicemente giocatori forti e lui lo era".

Insomma l'ha colpita?
"Sì, un po' come mi colpì Okafor la prima volta che lo vidi. Il rossonero ci mise appena un quarto d'ora ad impressionarmi fra l'altro. Quando andai a vedere Ndoye avevamo già Shaqiri ed Embolo in avanti, ma era davvero talentuoso per non sceglierlo".

E cosa la colpì di Ndoye?
"La sua grande corsa, il tiro che aveva, la sua decisione nell'uno contro uno".

Ed oggi, come lo vede?
"Lo vedo maturato da ogni punto di vista. E' anche pericoloso sottoporta per esempio oltre ad aver mantenuto le sue grandi abilità".


20-25 milioni li vale, insomma?
"Non sono un esperto in queste cose e nel fare cifre, ma giustamente immagino che il Bologna non voglia privarsene facilmente e che dunque i soldi che eventualmente chiede siano giustificati e siano congrui al valore del giocatore".

Esterno o punta, per quale ruolo pensa che l'Inter lo cerchi?
"In questi anni ha accumulato una grande maturità. Ha dimostrato per esempio di saper partire dal centro per poi svariare sull'esterno, oppure il contrario. E' intelligente e duttile, poi è davvero forte nell'uno contro uno. Insomma, non è che abbia un solo ruolo".

L'aspetto sul quale può migliorare è il rendimento in termini di gol?
"Mah, lui i gol li ha secondo me. E' già migliorato tanto rispetto ad una volta. Va facilmente al tiro e questo aspetto è destinato a migliorare ancora per questa ragione".

Aspetto mentale: è pronto per un salto come quello all'Inter?
"Anzitutto va detto che il Bologna è già una piazza importante oggi, che il prossimo anno giocherà la Champions League. Per tutto quello che è stato il suo percorso è pronto comunque, eccome. Da Losanna, al Nizza, poi il Bologna che è stato bravissimo a puntare su di lui. Giocatori come lui sono rari, guardate ieri in quel ruolo...".

Si riferisce agli spagnoli?
"Williams e Yamal hanno fatto grandi cose e giocatori con quelle caratteristiche mancano in Italia. Lui è forte e nell'uno contro uno è abile, oltre che avere grandi caratteristiche fisiche. Insomma, se lo prende l'Inter fa un grande acquisto".