Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Cremonese-Lecce 0-2, le pagelle: Baschirotto ancora super, Ballardini: Roma lontano ricordo

Cremonese-Lecce 0-2, le pagelle: Baschirotto ancora super, Ballardini: Roma lontano ricordoTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 5 febbraio 2023, 06:40Serie A
di Gaetano Mocciaro

CREMONESE-LECCE 0-2 - 58' Baschirotto, 69' Strefezza

CREMONESE (pagelle a cura di Matteo Vana)
Carnesecchi 6.5 - Nulla può sul colpo di testa di Baschirotto, ancora meno sul sinistro a giro di Strefezza che si insacca proprio sotto il sette. Si supera, però, quando intercetta il destro di Banda allungandosi ed evitando un passivo più pesante.
Ferrari 5.5 - Lascia troppo spazio all'avanzata di Strefezza, non andando a coprire e lasciando il sinistro al trequartista quasi invitandolo a nozze. Un errore che macchia una partita fin li ottima.
Chiriches 5.5 - Un paio di buone chiusure, oltre all'esperienza che gli consente di trovarsi al posto giusto al momento giusto. Nonostante questo, però, non contrasta Strefezza sul raddoppio facendosi trovare in ritardo. Dal 74' Aiwu sv
Vasquez 6 - Contrasta e anticipa chiunque passi dalle sue parti. Si fa vedere anche in area avversaria tanto che le azioni più pericolose della Cremonese portano la sua firma.
Sernicola 5.5 - Non spinge a dovere e, anche nelle rare occasioni in cui lo fa, la gamba non sembra essere quella delle giornate migliori. Mancano le sue sgroppate sulla fascia.
Pickel 5.5 - Troppo lento e compassato, non sembra giocare con la rabbia di chi deve salvarsi per forza. Commette un ingenuità a fine primo tempo, facendosi ammonire, motivo - ma non l'unico - per cui Ballardini lo tiene nello spogliatoio all'intervallo. Dal 46' Castagnetti 5.5 - Ballardini lo inserisce per dare grinta e gamba alla squadra, ma lui non riesce a mettersi in mostra finendo per giocare una partita senza grandi luci e con qualche errore di troppo.
Benassi 5.5 - Cerca sempre l'inserimento, ma i tempi non sono quasi mai quelli giusti; una partita complicata la sua, passata tra la voglia di andare a cercare la rete e la necessità di contrastare gli avversari in mezzo al campo con il risultato di fare in maniera non eccelsa entrambe le cose. Dal 65' Tsadjout 5.5 - Poco più di 25 minuti, recupero compreso, ma la sua presenza quasi non si nota.
Meite 5 - Una partita senza guizzi la sua, vissuta fin troppo in ombra. Perde il pallone che permette a Strefezza di raddoppiare mettendo fine al match e, forse, alle speranze di salvezza della Cremonese.
Valeri 5.5 - Più timido del solito, poco intraprende sulla sinistra. Un paio di iniziative e qualche cross, ma troppo poco per mettere in crisi la retroguardia del Lecce. Dal 60' Galdames 6 - Ci mette tanta grinta e qualche giocata, ma nessuno dei compagni sembra seguirlo.
Ciofani 5.5 - Cerca di essere il riferimento in attacco dei suoi, ma sono pochi i palloni giocabili che arrivano dalle sue parti. Da segnalare un colpo di testa da ottima posizione, ma troppo centrale. Dal 60' Afena-Gyan 5.5 - Entra a mezz'ora dal termine ma la prima, e unica, conclusione arriva a tempo ormai quasi scaduto. Un paio di accelerazioni, poi nulla di più.
Dessers 5 - La sua prima vera conclusione verso la porta arriva a metà secondo tempo, troppo poco per l'attaccante olandese dal quale ci si aspettano i gol salvezza. Si muove tanto, ma con pochi frutti.
Davide Ballardini 5.5 - Quella vista contro la Roma è solo un lontano ricordo. I suoi non sembrano essere consapevoli di giocarsi la permanenza in Serie e la mancanza di una vittoria in campionato comincia ad essere un peso anche per lui.

- - -

LECCE (pagelle a cura di Gaetano Mocciaro)
Falcone 6 - Poco impegnato.
Gendrey 6.5 - Il duello con Valeri è tra i più interessanti della partita. Garantisce spinta sulla destra, ci prova anche dalla distanza e si distingue per un intervento provvidenziale su Dessers.
Baschirotto 7 - Ormai una certezza non solo del Lecce ma della Serie A. Partita controllata con autorevolezza, si distingue per qualche buon anticipo e poi per la frustata di testa alla Oliver Bierhoff dei bei tempi che vale la vittoria.
Umtiti 6.5 - Sempre sul pezzo, dà sicurezza alla retroguardia. Rischia poco.
Gallo 6.5 - Vince il ballottaggio con Pezzella, dà una mano nell'accompagnare la manovra offensiva.
Blin 6 - Gioca semplice, senza fronzoli, poi si fa male ed esce prima dell'intervallo. Dal 39' Askildsen 6 - Preciso soprattutto nel gioco aereo, dove i palloni sono quasi tutti suoi.
Hjulmand 7 - È il faro dei salentini, dai suoi piedi le idee migliori ed è fondamentale anche in fase di contenimento. Splendido il traversone che porta al gol di Baschirotto.
Gonzalez 6.5 - Mezz'ala che fa un po' di tutto, anche l'ala. Buon possesso palla, morde l'avversario e da un suo pressing vincente nasce la rete del raddoppio. Dall'86' Helgason sv.
Strefezza 7 - "Questo stadio mi trasmette belle sensazioni" dichiara nel prepartita, ricordando il passato grigiorosso. E lo splendido gol dello 0-2 gli dà ragione. In precedenza rischia anche l'incolumità per portare in avanti i suoi ed è sempre quello che prova a dare pepe in avanti. Dal 74' Oudin sv.
Colombo 6 - Nel primo tempo ha un'occasione, che finisce fuori di poco. Sgomita, attacca lo spazio ma non riesce a sfondare. Dall'87' Voelkerling Persson sv.
Di Francesco 6 - Un assist per Colombo, un'azione personale sulla quale si immola Ferrari. Dal 74' Banda sv.
Allenatore Marco Baroni 7 - I prossimi impegni sono contro Roma, Atalanta, Sassuolo e Inter. Era fondamentale pertanto fare tre punti, per non venire risucchiati in una situazione pericolosa. Gara preparata benissimo, la squadra non rischia praticamente mai. Sa aspettare e infine colpire.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile