Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports

Napoli, primo vero esame senza Osimhen: Spalletti predica fiducia e lancia Mertens

Napoli, primo vero esame senza Osimhen: Spalletti predica fiducia e lancia MertensTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 28 novembre 2021, 09:00Serie A
di Antonio Gaito

Tutt'altro che banale la giornata di oggi per il Napoli. Prima il lungo pre-partita per il tributo a Diego Armando Maradona, col posizionamento della sua statua negli spogliatoi dopo un giro di campo alla presenza degli ex azzurri scudettati ed i vertici del calcio mondiale (presenti anche Ceferin ed Infantino). Poi un match che dirà tantissimo su dove effettivamente può arrivare la squadra di Luciano Spalletti, priva di un giocatore caratterizzante come Victor Osimhen, su cui poggiava tutto lo sviluppo offensivo. Senza dimenticare un pilastro come Anguissa, oltre ad elementi come Politano e Ounas (dovrebbero rientrare col Sassuolo) che accorciano la panchina, spesso decisiva finora.

Niente nervosismo
Luciano Spalletti non ci pensa, almeno pubblicamente, ed ha insistito sulla strada della fiducia, sottolineando che "la rosa è di un certo livello e non è la prima emergenza" perché "già nelle prime partite era fuori Mertens per l'operazione, a centrocampo eravamo in pochissimi per 3 partite ed abbiamo fatto comunque ciò che volevamo, ma è chiaro che da queste risposte si darà un'impronta al cammino che vogliamo fare. Ma non dobbiamo innervosirci o farci condizionare". Il tecnico del Napoli intanto recupera Fabian e Insigne, preservati con lo Spartak, può contare su Demme, in crescita dopo il Covid (ma non ancora certo di un posto da titolare), e sembra pronto a confermare Mertens con uno sviluppo di gioco diverso.

Con Mertens cambia il Napoli
Nonostante sia il bomber della storia del club, il belga va innescato in un modo totalmente diverso. Non a caso i migliori anni sono stati proprio quelli nel gioco fraseggiato e dominante dell'ex Sarri, giocando nello stretto, con le giuste distanze ed inserimenti a rimorchio col tempo giusto per aiutarlo a riempire l'area."Osimhen è un giocatore unico, è completo, Mertens tecnicamente e nel posizionamento non sbaglia, ma se deve fare uno strappo di 70 metri o saltare di testa è diverso - l'ammissione di Spalletti -, ma se gli capita una palla, la mette dove vuole. Si perdono delle caratteristiche, se ne prendono altre. E va costruito il gioco sulle caratteristiche, sono situazioni diverse e tutte e due buone se le fai funzionare".

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2022 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000