Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

La Francia supera i tabù e i gironi, Deschamps punta al bis mondiale nel segno di Mbappé

La Francia supera i tabù e i gironi, Deschamps punta al bis mondiale nel segno di MbappéTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Imago/Image Sport
domenica 27 novembre 2022, 00:53I fatti del giorno
di Ivan Cardia

Tutto facile no, ma poco ci manca. Non senza soffrire, la Francia batte 2-1 la Danimarca, autentica bestia nera dei galletti negli ultimi tempi, e diventa la prima nazionale a staccare il pass per gli ottavi di finale ai Mondiali di Qatar. I transalpini rompono un autentico tabù: ai campioni del mondo non accadeva nel Brasile nel 2006, da lì in poi sia Italia che Spagna e Germania si erano sempre fermate alla fase a gironi quando arrivate alla rassegna iridata per difendere il titolo. Cosa che Didier Deschamps potrà fare: "Il mio primo obiettivo era raggiunto", spiega il ct francese. Il secondo può inseguirlo anche per i fenomeni che ha in squadra.

Pazzesco Mbappé. Nel segno di Kylian, e non potrebbe essere altrimenti. La stella del PSG è il migliore in campo, supera persino quel Griezmann che ha deliziato il pubblico. È sua la doppietta che vale il pass per la Francia e gli consente di eguagliare Zidane a quota 31 reti nella classifica all-time dei goleador Bleus. Con questo successo, oltre alla qualificazione, i cugini d'oltralpe mettono inoltre una seria ipoteca sul primo posto nel girone. Alla Danimarca del ct Kasper Hjulmand, che punta tutto sull'ultima gara contro l'Australia, non resta che sperare in una prestazione nettamente migliore rispetto a quella rinunciataria vista allo stadio 974 di Doha.