Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Non è Haaland ma sarà il 9 di una big. Chi in estate avrà la forza di puntare su Vlahovic?

Non è Haaland ma sarà il 9 di una big. Chi in estate avrà la forza di puntare su Vlahovic?TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
lunedì 15 marzo 2021 15:45Il corsivo
di Raimondo De Magistris

Se c'è un merito che più di altri ha avuto Cesare Prandelli da quando è tornato alla guida della Fiorentina è stato quello di puntare senza indugi su Dusan Vlahovic. Se prima del suo arrivo il centravanti della Fiorentina era ruolo che non aveva un proprietario, dopo il cambio di allenatore il bomber serbo è diventato proprietario fisso di quella maglia. Con risultati che alla lunga stanno ripagando.

"Non sono sorpreso da Vlahovic perché già a 17 anni aveva un profilo diverso da qualsiasi altro attaccante. Se avesse scelto di andare alla Red Bull, invece che venire alla Fiorentina, ora avrebbe segnato 30 gol e sarebbe andato in Bundes a prezzi folli", ha detto dopo la tripletta contro il Benevento Carlos Freitas, direttore sportivo viola quando Pantaleo Corvino - allora direttore generale - decise di puntare forte su Vlahovic. Che ora sta trovando quella continuità mai vista prima e ora sta iniziando a rubare la scena.
Difficile avere la controprova e oggi il confronto con Haaland è impietoso e ingiusto. Per il vichingo norvegese e per lo stesso Vlahovic, che negli anni ha avuto molto meno campo libero per trovare continuità.
Vlahovic non è Haaland però oggi, ad esempio, è non solo il miglior marcatore della Fiorentina ma anche l'unico giocatore classe 2000 in doppia cifra in Serie A. Non solo, è uno dei quattro attaccanti nati dopo il 2000 ad essere in doppia cifra nei top campionati europei. Con lui Amine Gouiri, Moise Kean ed Erving Haaland, appunto.

Da mesi la Fiorentina non solo gli sta dando spazio ma sta provando anche a blindarlo con un contratto più lungo e importante rispetto a quello attuale in scadenza nel 2023. Una trattativa che fin qui non ha prodotto risultati e che apre quindi alla possibilità di una sua cessione in estate. Quanto vale? Forse già oggi 40 milioni di euro. Chi lo vorrebbe e chi dovrebbe puntarci? Tutti i club che hanno bisogno di un centravanti per la prossima stagione e che hanno deciso di sposare la 'linea giovani'. Quindi Milan, Roma ma anche la Juventus, solo per restare in Italia.
Ma la domanda più importante è un'altra: chi in estate avrà la forza economica per acquistarlo e il coraggio di consegnargli la 9 titolare come sta facendo ora Prandelli?

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000