Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Romelu Lukaku è il miglior giocatore della Serie A?

Romelu Lukaku è il miglior giocatore della Serie A?TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
lunedì 01 marzo 2021 17:08Il corsivo
di Simone Bernabei

24 gol e 6 assist in 31 apparizioni. Romelu Lukaku ha messo il piedone, direttamente, in 30 gol della sua Inter in questa stagione. In pratica una volta a partita, considerando appunto le 31 presenze. Numeri che basterebbero a raccontare l'importanza, il peso specifico, l'impatto del centravanti di Anversa sulla propria squadra. Ma che evidentemente non spiegano nel dettaglio tutto quello che Big Rom significa per l'Inter prima in classifica. Ben più, a livello di ragionamento, dei vari Zlatan Ibrahimovic e Cristiano Ronaldo, uomini copertina di Milan e Juventus tanto quanto lo è Lukaku per l'Inter.

Romelu Lukaku è il miglior giocatore della Serie A? Ad oggi, probabilmente, la risposta è sì. E le motivazioni vanno oltre i dati del campo, anche se da quelli partono. Perché le 18 reti restano e i 6 assist pure, in campionato, ma l'impatto di Lukaku supera i numeri. Perché ad oggi sono pochissimi i giocatori che riescono ad indirizzare in maniera così prepotente le sorti della propria squadra. CR7 e Ibra ovviamente. Ma proprio in confronto ai due termini di paragone, Lukaku ha oggi qualcosa in più. CR7 segna come una macchina, ma spesso e volentieri il suo contributo si "esaurisce" lì. Quando (molto raramente) non arriva il gol, il voto in pagella è 5, per sintetizzare il concetto. E' questo il compromesso per far sì che a 36 anni compiuti si possa mantenere la media di una rete a partita (più o meno). Quindi Ibrahimovic: dietro la favolosa stagione del Milan c'è tanto dello svedese. C'è una crescita della squadra che da Ibra ha imparato ad essere sportivamente cattiva, decisa, mentalmente forte sul campo. E infatti il Milan, la gara con la Roma lo dimostra, ha imparato a vincere anche senza la sua stella. L'Inter invece vive e svetta soprattutto grazie al suo bomber. Che all'interno della singola partita segna e fa segnare. Ma domina pure in campo aperto. Fa reparto da solo. Rientra in fase di non possesso. Spacca le difese con le sue accelerazioni. Incita e sprona i compagni. Insomma, ad oggi così incisivo e così decisivo come Romelu Lukaku non c'è nessuno. E anche per questo l'Inter è lassù, da sola in vetta alla Serie A.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000