Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Di Canio duro sulla Lazio: "Giusto che i tifosi contestino, il ridimensionamento è palese"

Di Canio duro sulla Lazio: "Giusto che i tifosi contestino, il ridimensionamento è palese"TUTTO mercato WEB
© foto di Image Sport
giovedì 20 giugno 2024, 13:30Serie A
di Paolo Lora Lamia

Estate calda quella della Lazio, tra cambio di guida tecnica e clima non sereno con la tifoseria. Della situazione biancoceleste ha parlato Paolo Di Canio, in un'intervista a Il Messaggero.

I tifosi hanno contestato la Lazio.
"Ovvio, era più che naturale considerando l’evidente ridimensionamento della squadra e delle prospettive del club. I tifosi hanno diritto di esprimere il loro dissenso e lo hanno fatto nel modo più educato possibile. Ma non otterranno niente, questo è chiaro".

Si aspettava la fine del ciclo Sarri in modo così improvviso?
"Le sue dimissioni erano nell’aria da tempo, si era lamentato già dopo la campagna acquisti, poi ha pagato l’atteggiamento dei giocatori che gli erano ostili".

Se n’è andato anche Felipe, oltre allo spagnolo.
"Che errore hanno commesso a Formello: lui sì che era uno a cui bisognava stare dietro, in modo da rinnovare il contratto prima della scadenza. Invece addio anche a lui, come l’anno prima a Milinkovic. Il ridimensionamento è palese".

Tanto che anche Tudor se n’è andato di corsa.
"Ha capito che nella Lazio non c’erano i presupposti per fare il calcio che desiderava. C’era troppo potere nello spogliatoio e Igor se n’è accorto. Come sempre si riparte da zero".

Come allenatore, ecco Baroni.
"Ottimo lavoratore e splendida persona, massimo rispetto per lui, ma anche questo è un chiaro ridimensionamento. Sarri poteva chiedere e pretendere giocatori, Baroni indicherà le sue necessità ma non potrà comandare. Indicherà tre nomi ma riceverà sempre il terzo, se gli andrà bene".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile