Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Il Feyenoord, Lukaku, Dybala, l'endorsement su Huijsen: primo bivio per De Rossi

Il Feyenoord, Lukaku, Dybala, l'endorsement su Huijsen: primo bivio per De RossiTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 22 febbraio 2024, 00:41I fatti del giorno
di Raimondo De Magistris

Partita importantissima quella che questa sera disputerà la Roma all'Olimpico. La squadra giallorossa ospiterà il Feyenoord per il match di ritorno della fase play-off di Europa League. Si ripartirà dall'1-1 dell'andata. "Cosa cambia rispetto all'andata? Se loro recuperano quei due-tre giocatori che non c'erano l'altra volta sicuramente avranno più qualità. Tra le due squadre non c'è dislivello. Credo non sia una follia vedere una partita simile a quella dell'andata. In quanto bivio e in quanto partita decisiva, sposta tanto. Sentiamo quel brivido delle partite da dentro o fuori. Da giocatore ne ho fatte tante, da allenatore no ma la preparo nello stesso modo", ha detto Daniele De Rossi nella conferenza stampa della vigilia.

De Rossi ha poi risposto così alla domanda riguardante l'importanza di Lukaku e Dybala per battere il Feyenoord: "Io penso che al di là della partita di domani, ogni squadra ha bisogno di tutti i giocatori. Loro giocheranno e saranno importanti per noi. Da loro ci si aspetta sempre la giocata ad affetto, ma a me interessa che la Roma passi il turno. Quindi devono stare dentro la partita come hanno già fatto, poi magari il gol lo fa un altro".

Poi, nel corso dell'intervista a 'Sky', parole importantissime su Huijsen, difensore classe 2005 arrivato a gennaio in prestito secco dalla Juventus: "Dove può arrivare Huijsen? Non ci sono limiti, perché ha un livello di conoscenza, di lettura, di gioco, che difficilmente insegni a un giocatore in prima squadra. È qualcosa che lui ha dentro, per me potrebbe fare il centrocampista, giocare davanti alla difesa. È uno che ha letture, sia di traiettoria che di giocate, da giocatore 30enne a fine carriera che si gestisce e legge bene tutte le situazioni. Ha solo 18 anni e arriva la cosa difficile, inserire all'interno di un giocatore fenomenale con la palla al piede anche una solidità difensiva costante per 90 minuti, letture in sicurezza di alcune situazioni. Ha il tempo davanti e fin quando potremo noi cercheremo di aiutarlo perché è un ragazzo a posto, è un giocatore bello da vedere e da allenare". Il calciatore classe 2005, ricordiamo, è arrivato a gennaio in prestito secco dalla Juventus fino al termine della stagione.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile