Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Calzona: "Napoli? Il 95% delle cose scritte sui conflitti non si sono verificate. Barzellette"

Calzona: "Napoli? Il 95% delle cose scritte sui conflitti non si sono verificate. Barzellette"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 20 giugno 2024, 09:08Serie A
di Alessio Del Lungo

Francesco Calzona, ct della Slovacchia ed ex allenatore del Napoli, intervistato dal Corriere dello Sport, è tornato a parlare della sua esperienza con il club azzurro: "Quando sono arrivato io erano già trascorsi sette mesi e mezzo dall'addio di Spalletti, con i risultati che sappiamo. Ho detto e ripetuto di aver incontrato difficoltà e problemi che non mi aspettavo di trovare. Sa qual è stata la cosa che ha creato i danni peggiori?"

Quale?
"L’obbligo di dover inseguire costantemente la vittoria, per via della classifica in gran parte compromessa, ha messo in crisi il gruppo. Porto l’esempio dell’1-1 di San Siro con l’Inter. Loro venivano da quindici successi di fila, giocammo una partita molto più che decorosa, eppure quel pari fu vissuto dall’ambiente con una delusione sconcertante. Eravamo costretti a vincere e non avevamo una condizione mentale all’altezza del compito. In alcune occasioni abbiamo anche giocato un buon calcio, ma il buon calcio non bastava, servivano i tre punti. Non si dava più valore a nulla. E non è tutto. Il 95% delle cose che venivano scritte o raccontate in tv da giornalisti perbene e ben vestiti...".

La stampa ha inciso pesantemente sui risultati.
"Non ho detto questo. La quasi totalità dei conflitti e dei disagi che venivano riportati da Castel Volturno però non si verificò. Barzellette".

L’esperienza di Napoli le ha tolto qualcosa?
"Se l’arco temporale è da giugno a giugno posso solo ritenermi più che soddisfatto. Ad ogni modo non ho intenzione di allenare fino a 70 anni. Sto troppo poco con mia figlia e mi piacerebbe vederla crescere. Non ho l’ambizione di diventare milionario, mi basta quello che ho... Giada è pazza del Napoli e della Slovacchia".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile