Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Il regista Virzì: "Che struggimento il Livorno in D. Sogno un film con Chiellini"

Il regista Virzì: "Che struggimento il Livorno in D. Sogno un film con Chiellini"TUTTOmercatoWEB.com
domenica 25 settembre 2022, 22:08Serie A
di Alessandra Stefanelli

Reduce dalla presentazione al Festival di Venezia del suo nuovo film ‘Siccità’, il regista Paolo Virzì ha rivelato nel corso di un’intervista alla Gazzetta dello Sport il suo grande attaccamento per la squadra della sua città, il Livorno: “Mio padre era della Juve, come tutti i siciliani trapiantati a Torino. Io sono cresciuto lì e andavamo spesso allo stadio. Ricordo Anastasi, Haller, Castano, Salvadore e un giovane Bettega. Era una bella squadra, vinceva anche all’epoca. Poi siamo tornati nella città in cui ero nato, quella che ho sempre sentito come identità antropologica e culturale rispetto a una Torino all’epoca buia e scontrosa, e ho iniziato a sostenere senza esitazione il Livorno. Adesso poverini sono precipitati molto in basso e il mio rapporto con il calcio è più di struggimento, ma devo confessare che giorni fa, smanettando in rete con mio figlio dodicenne Jacopo, con uno streaming scadentissimo di una tv locale siamo riusciti a vedere una partita…”

Gli viene poi chiesto quale figura del mondo del calcio vorrebbe in un suo film: “Ho una fissa, vorrei dare una parte a Giorgio Chiellini. Ha quel volto da antico livornese, se gli metti addosso i costumi d’epoca secondo me è credibilissimo. Certo, non è un calciatore con una faccia moderna, oggi sono tutti bellissimi. Prendete Zaniolo, sembra un fotomodello. Buon per lui".

Articoli correlati