Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

La Juve riparte e mette la sesta: 3-0 allo Spezia, Pirlo vince con i cambi

La Juve riparte e mette la sesta: 3-0 allo Spezia, Pirlo vince con i cambiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 02 marzo 2021 22:41Serie A
di Ivan Cardia

Juventus batte Spezia 3-0: a segno Morata, Chiesa e Ronaldo.

Tanta fatica, poi tutto facile. La Juventus si rimette in marcia dopo il pari di Verona, batte lo Spezia 2-0 e infila la sesta vittoria consecutiva tra le mura amiche in questo campionato. I bianconeri, come detto, partono con tante difficoltà e confermano di fare fatica quando la partita la devono fare loro. Un palo di Cristiano Ronaldo, alla presenza numero 600 in una partita di campionato, è la sveglia a fine primo tempo. Corroborata dai cambi di Andrea Pirlo: anche in emergenza, la Vecchia Signora dimostra di avere la panchina più di qualità del campionato. In maniera inattesa, se vogliamo, perché la mossa che fa davvero la differenza è l’ingresso di Federico Bernardeschi: il carrarino, spesso criticato, riscrive la storia della partita sfornando i passaggi decisivi per entrambe le reti della Juve. La prima è di Alvaro Morata: oltre al gol, lo spagnolo certifica di essere il centravanti che serve a questa squadra per avere una manovra offensiva e una profondità degne di essere chiamate con questo nome. Il raddoppio è firmato Federico Chiesa: settimo gol in questo campionato per lui. Il record personale di dieci marcature stabilito nello scorso campionato è alla porta. Sarebbe una gran cosa, al primo anno a Torino. Nel finale, arriva anche l’immancabile marchio di Cristiano Ronaldo. Curiosamente, è la prima vittoria della Juve in casa contro lo Spezia: i precedenti sono pochi e lontani nel tempo, ma è un dato statistico interessante. La Signora ci crede ancora, si porta a -7 dall’Inter a parità di partite giocate. Lo Spezia saluta lo Stadium con qualche rammarico per non aver approfitto degli stenti iniziali dell’avversario. Ma per Vincenzo Italiano non sono certo queste le partite da vincere.

LE SCELTE INIZIALI: NZOLA E MCKENNIE DAL 1’. DE LIGT OUT ALL’ULTIMO - Pirlo ritrova Danilo e schiera McKennie titolare con Rabiot e Bentancur. Confermata la coppia d’attacco Kulusevski-Ronaldo, all’ultimo secondo il tecnico bianconero perde De Ligt per infortunio: l’olandese va in panchina, al suo posto Frabotta. Nei liguri, si rivedono titolari Farias e Nzola. Sena in cabina di regia, Vignali e Marchizza terzini.

UN PALO DI RONALDO L’UNICA EMOZIONE DEL PRIMO TEMPO - La prima offensiva è firmata Spezia: Marchizza arriva al tiro ma non impensierisce Szczesny. La Juve alza la testa, il gol di Chiesa al 9’ è però palesemente da annullare. I bianconeri faticano a condurre il gioco: un copione già visto in questa stagione. I liguri, d’altra parte, corrono per ventidue e chiudono tutti gli spazi, ma non approfittano di quelli che la retroguardia juventina offrirebbe. Nel finale, cresce la squadra di Pirlo: al 42’ il palo colpito da Ronaldo, che da sinistra apre il colpo e batte Provedel ma non i suoi legni, è l’unica vera emozione di una prima frazione inevitabilmente chiusa senza reti.

I CAMBI DI PIRLO FUNZIONANO - La ripresa si apre con uno svarione difensivo per parte, entrambi non sfruttati. Ronaldo, in fuorigioco evidente, sbaglia un gol che non ti aspetti da lui. Poi Pirlo incide sulla partita: dentro Bernardeschi e Morata, il gol del vantaggio arriva proprio sull’asse tra i due. Il 33 sfonda a sinistra e crossa, lo spagnolo colpisce di prima e segna un gol facile facile. Il primo, per lui, in campionato nel 2021. Tempo dieci minuti e la Juve passa ancora: Bernardeschi sfonda nuovamente sulla sinistra. Provedel dice no a Chiesa sul primo tiro, ma il 25 bianconero ribadisce in rete in caduta. Messa in ghiaccio la gara, Pirlo lo toglie per buttare dentro Ramsey, mentre Italiano fa tre cambi in un colpo solo alla ricerca di un gol che sarebbe prezioso. Ne sfiora un altro Ronaldo su punizione: bravo, ancora Provedel. Nel finale, ecco il portoghese: terzo gol consecutivo per lui. Poi, gloria anche per Szczesny: fallo da rigore di Demiral, il polacco neutralizza Galabinov dal dischetto.

Il tabellino
JUVENTUS-SPEZIA 3-0
(62’ Morata, 71’ Chiesa, 88’ Ronaldo)

Ammoniti: 10’ Frabotta, 90’+4 Demiral nella Juventus.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Danilo, Demiral, Alex Sandro, Frabotta (61’ Bernardeschi); Chiesa (72’ Ramsey), Bentancur, Rabiot, McKennie (61’ Morata); Kulusevski (88’ Di Pardo), Ronaldo. Allenatore: Andrea Pirlo.
SPEZIA (4-3-3): Provedel; Vignali, Erlic, Terzi, Marchizza (86’ Bastoni); Estevez, Leo Sena (86’ Agoumé), Maggiore (72’ Acampora); Farias (72’ Verde), Nzola (72’ Nzola), Gyasi. Allenatore: Vincenzo Italiano.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000