Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Milan, Pioli: "O la sblocchi o diventa dura. Ma questi up and down li avranno anche le altre"

Milan, Pioli: "O la sblocchi o diventa dura. Ma questi up and down li avranno anche le altre"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 4 aprile 2022, 23:24Serie A
di Niccolò Pasta

Nel post partita di Milan-Bologna, ai microfoni di Sky ha parlato Stefano Pioli, tecnico dei rossoneri: “Non siamo riusciti a trovare il guizzo, la sponda, l’ultimo passaggio, buttare dentro palloni che potevamo giocare meglio. 33 tiri, la squadra ha fatto la partita contro un avversario che si è difeso bene. O la sblocchi e diventa più semplice o diventano partite nervose, fisiche. Abbiamo lavorato bene senza palla, con la palla c’è mancato il guizzo. Andrà meglio la prossima”.

È stato un freno mentale?
“Lo escludo, la prestazione è stata giusta per carica, energia e qualità fino agli ultimi venti metri, dove siamo mancati in qualcosa. Stiamo lavorando tanto ma segnando poco. Non eravamo troppo carichi o presuntuosi, abbiamo fatto la nostra partita ma è mancato il guizzo. Ma la prestazione è stata buona. Mancata lucidità, ma non ho niente da dire alla squadra se non di essere più efficaci in area”.

Si aspetta questi up and down delle squadre in avanti?
“Sì, me li aspetto per tutte. Non ci nascondiamo dicendo che sulla carta poteva essere un week-end favorevole, e invece abbiamo diminuito il vantaggio. La prossima è dura, ci prepareremo al meglio ma sarà un campionato che si lotterà fino almeno alle ultime due giornate. Speriamo di mantenere questo livello, con qualche gol in più, perché abbiamo dimostrato che siamo vivi e pronti”.

È un’occasione persa?
“Chiaro, noi giochiamo per vincere, davanti ad un pubblico fantastico dall’inizio alla fine. Cercheremo di capire dove fare meglio”.

Nell’ultima mezz’ora Diaz era troppo vicino ad Ibra?
“Nel secondo tempo abbiamo giocato nella metà campo loro, per un trequartista era difficile andare incontro. Ha toccato molti palloni, poi negli ultimi minuti con l’ingresso di Ibra ci siamo fatti attrarre nel tirare il pallone dentro e abbiamo perso lucidità, ma la fatica si è fatta sentire. Abbiamo fatto di tutto, è stata la nostra partita e per la prestazione e la voglia di vincere non ho nulla da rimproverare. Contro una difesa a tre basta un movimento dell’attaccante tra le linee che li abbassi. Dentro l’area si subiscono molti gol e le occasioni provate da Brahim sono sul dischetto del rigore. Non siamo stati pericolosi e speriamo di fare gol la prossima”.

Giocherete con molte big. È un vantaggio?
“Il Bologna nel primo tempo ha provato a giocarsela a viso aperto e noi abbiamo avuto ripartenze che dovevamo giocare meglio. Nel primo tempo siamo mancati di più in queste situazioni, e nel secondo tempo loro si sono chiusi e gli spazi sono difficili da trovare. Le partite sono tutte complicate, ora penso al Torino che ha fermato Juve e Inter. Giocano a viso aperto, dobbiamo provare a fare bene anche domenica prossima”.