Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Un anno dopo tutto è cambiato. L'Inter ha di nuovo il suo sex appeal

Un anno dopo tutto è cambiato. L'Inter ha di nuovo il suo sex appealTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 16 giugno 2022, 08:00Il corsivo
di Simone Bernabei

Romelu Lukaku che vuol tornare, dopo aver fatto le bizze pochi mesi fa per volare a Londra. Paulo Dybala che fin dal giorno del mancato rinnovo con la Juventus ha dato priorità all'Inter. Lautaro Martinez e la voglia molto poco nascosta di restare. La sua e quella di Alessandro Bastoni, o Milan Skriniar. Ma sono davvero cambiate così tante cose rispetto ad un anno fa, quando in casa Inter sembrava potesse esserci una vera e propria smobilitazione generale? Basti pensare ad Hakimi, allo stesso Lukaku. E ad Antonio Conte. Tre dei principali cinque artefici dello scudetto. Ieri tutti o quasi (almeno i big) che volevano andare, insospettiti o chissà spaventati dalle prospettive di autofinanziamento. E allettati da altre opportunità. Oggi no. Oggi tutti, o quasi, che vogliono restare. Tornare. Arrivare. Vero, escluso Ivan Perisic. Ma l'acquisto di Gosens a gennaio non era evidentemente un caso.

L'Inter è tornata ad avere sex appeal insomma. Quello che forse le era mancato solo 12 mesi fa quando i sopracitati avevano scelto di traslocare nonostante uno Scudetto da sfoggiare. Oggi no, appunto. Chi c'è vuol restare, a parole e con i fatti. Lautaro, Barella e Brozovic hanno rinnovato quando potevano temporeggiare e guadagnare sempre più forza. Bastoni non perde occasione, social e pubblica, per ribadire la propria voglia di nerazzurro. E poi Skriniar. Quello che oggi ha forse più mercato, più chance di lasciare, ma che non forza e non forzerà in alcun modo la mano. Anzi, dovesse passare indenne (difficile) questa estate di mercato sarebbe pure pronto a rinnovare. Chi lo ha già fatto è Handanovic nonostante Onana, chi lo farà è il tecnico che ha retto all'acquazzone estivo, Simone Inzaghi. Lukaku e Dybala. Chi è tornato sui propri passi e chi ha dato fin da subito la propria parola ancor prima di conoscere liquidità e progetti. Poi qualcosa magari cambierà in un'estate partita coi botti. Ma le indicazioni per l'Inter sono piuttosto chiare: chi c'è vuol restare. Chi è andato via vuol tornare. Chi non c'è mai stato vuole arrivare.