Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

3 anni dalla scomparsa di Astori, Bernardeschi: "Sento ancora il vuoto assoluto"

3 anni dalla scomparsa di Astori, Bernardeschi: "Sento ancora il vuoto assoluto"
© foto di Federico De Luca
giovedì 04 marzo 2021 15:56Serie A
di Ivan Cardia

“Il 4 marzo 2018 per me è una giornata molto triste. Sento ancora il vuoto assoluto”. Così Federico Bernardeschi, amico e compagno di squadra di Davide Astori alla Fiorentina, ricorda l’indimenticato capitano viola, a tre anni dalla sua tragica scomparsa. Partendo proprio da quel 4 marzo 2018: “Se chiudo gli occhi e ritorno a quella giornata la sensazione è di vuoto assoluto. Ho appreso la notizia dalla televisione, ero in collegamento e fu interrotto il campionato. Ho provato a chiamare i dottori della Fiorentina - rammenta Bernardeschi a Ossi di Seppia, il rumore della memoria, su RaiPlay - persone che conoscevo benissimo perché venivo da quell’ambiente. Purtroppo c’era un caos e nessuno mi rispondeva. Mi ha risposto il dottore della squadra, mi ha dato conferma e lì sono scoppiato in lacrime. Non è facile neanche oggi parlarne. Un conto è apprendere, ma poi un altro è conviverci. Devi imparare a farlo, ma non te lo insegna nessuno. Andare a letto la sera e non svegliarsi più la mattina dopo, così all’improvviso, per forza ti deve far fare delle riflessioni”.

L’ultima volta insieme in Nazionale.
“Fino alle tre del mattino in camera, a mangiarci le noci e a chiacchierare del più e del meno, di tutto: dalla famiglia, fino al calcio e alla vita. Davide era un ragazzo puro, semplice: non è sempre facile trovarlo nel mondo del calcio. Quando trasmetti questi valori non ci sono bandiere, non ci sono colori, ma semplicemente c’è l’umanità. Siamo visti come invincibili, ma siamo essere umani con debolezze, fragilità e punti di forza”.

Il giorno del funerale?
“Mi ha devastato a livello umano e personale perché è stato un momento magico con tantissima gente, ma tragico da un altro punto di vista perché l' ci siamo tutti resi conto che lui non c’era più. Questa esperienza mi ha insegnato a godermi tutte le persone care in ogni singolo momento. Per avere tanti ricordi come se queste persone rivivessero sempre”.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000