Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2020
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
esclusiva

La Roma di Mou riparte da... Calafiori. L'ex presidente: "Un giorno sarà il capitano"

ESCLUSIVA TMW - La Roma di Mou riparte da... Calafiori. L'ex presidente: "Un giorno sarà il capitano"
giovedì 13 maggio 2021 18:15Serie A
di Giacomo Iacobellis

La stagione 2020-21 non è ancora finita, ma la nuova Roma di José Mourinho ha già iniziato a prendere forma. Ci ha pensato lo stesso Special One a spoilerare le sue prime analisi sull'attuale rosa giallorossa, postando un video che lo mostra studiare... Riccardo Calafiori. Classe 2002, il laterale romano è non a caso uno dei giovani talenti dai quali la famiglia Friedkin è intenzionata a ripartire per il presente, ma soprattutto per il futuro. Un predestinato che ha bruciato le tappe, capace di mettersi alle spalle un brutto infortunio con la personalità di un veterano e a suon di belle prestazioni tanto in campionato quanto in Europa (8 presenze con un gol quest'anno). Per conoscere meglio uno dei prossimi pilastri della squadra capitolina, TuttoMercatoWeb.com ha intervistato così proprio chi l'ha visto dare i primi calci al pallone tra le fila della Petriana Calcio, piccola isola felice da sempre attenta alla formazione dei possibili campioni del domani: il Presidente Stefano Settimi.

Presidente, se le dico Riccardo Calafiori cosa mi risponde?
"Riccardo Calafiori è stato da noi in Petriana dal 2008 al 2010. Quelli sono anni veramente importanti per la formazione calcistica di un bambino. Proprio in quel periodo ha vinto il 'Galeazzi', un torneo prestigioso nel panorama sportivo laziale. A quel tempo il suo allenatore era Francesco Castagnino, una persona dai grandissimi valori, che purtroppo a settembre dello scorso anno ci ha lasciato. Riccardo è rimasto nel cuore di chi ha avuto il piacere di conoscerlo, soprattutto per la sua disponibilità. So che è ancora in contatto con un nostro ragazzo, Nicola Carpineti, attuale capitano della formazione Juniores".

Numeri d'alta scuola e colpi fuori dalla media: ci racconta il suo trasferimento alla Roma a soli 9 anni?
"La Roma decise di puntare fin da subito su di lui, prendendolo all'età di appena 9 anni e bruciando così sul tempo altre società che lo seguivano da tempo. Un campione come Bruno Conti aveva già capito a quell'epoca le sue potenzialità, decidendo di farlo crescere proprio nelle giovanili giallorosse".

L'ha sorpresa vederlo bruciare le tappe anche tra i professionisti?
"Nient'affatto, non mi ha sorpreso il suo exploit con la prima squadra. Bisogna fare i complimenti non solo al ragazzo ma anche alla sua famiglia, che lo ha supportato e lo ha fatto crescere con dei valori che hanno permesso a Riccardo di raggiungere i professionisti senza smarrire la retta via nel corso degli anni".

Quale futuro si immagina oggi per Riccardo Calafiori?
"Sono convinto che Riccardo raggiungerà la Nazionale perché se lo merita, perché è un giovane che ha delle qualità importanti. Potrà essere e forse già è un esempio per tutti i ragazzi che inseguono il sogno di diventare calciatori professionisti. Questo dimostra che, anche partendo da piccole società come la Petriana, si può arrivare a giocare ad alti livelli. L’importante è crescere in un ambiente sano dal punto di vista dei valori. Poi, se i ragazzi hanno delle doti, le grandi società non faticheranno certo a trovarli... Altra cosa molto importante è restare con i piedi per terra, lavorare e impegnarsi sempre, anche quando può sembrare di essere arrivati. Mi permetto di dire che un ruolo fondamentale lo svolgiamo noi genitori. Lo sbaglio più grande è infatti quello di vedere nei figli dei campioni già fatti, non pensare al loro divertimento e iniziare la girandola di società".

Baluardo dell'Italia, dunque. E anche della Roma?
"Io sono convinto che Riccardo diventerà una bandiera della Roma e chissà, magari un giorno, anche il futuro capitano... Il benessere dei ragazzi è la una colonna portante della filosofia in Petriana. Quale miglior biglietto da visita che poter dimostrare di avere atleti contenti e sereni? I ragazzi si devono poter divertire anche avendo l'aspettativa di diventare in futuro come Riccardo, ma al contempo senza avere l'assillo di dover ottenere i risultati a tutti i costi. Permettetemi infine un'ultima osservazione".

Prego.
"Per concludere colgo l'occasione per invitare Riccardo un pomeriggio, quando sarà libero dai suoi impegni, a passare da noi in Petriana per fare un saluto ai bambini della scuola calcio e agonistica. In questo periodo così difficile sarebbe veramente importantissimo per noi e soprattutto per loro. Riccardo, ti aspettiamo!".

© Riproduzione riservata
Riccardo Calafiori
Riccardo Calafiori
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000