Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2020
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports

Lazio, allora Strakosha non è da buttare: contro il Parma prestazione top, ma il futuro...

Lazio, allora Strakosha non è da buttare: contro il Parma prestazione top, ma il futuro... TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
venerdì 14 maggio 2021 09:30Serie A
di Riccardo Caponetti
fonte Dall'inviato a Roma

Dal Parma al Parma. Titolare 111 giorni dopo, Thomas Strakosha ha risposto presente. E se la Lazio è riuscita a vincere al 95' contro la squadra di D'Aversa, già retrocessa e con la peggior difesa del campionato, molti dei meriti vanno al portiere albanese. Che sullo 0-0, per ben due volte, ha salvato la propria porta. Prima sul tiro a botta sicura di Gagliolo da due passi, poi sul tentativo da fuori di Hernani (con l'aiuto del palo). Interventi super, da portiere di ottimo livello, che hanno tenuto a galla una Lazio spenta, compassata e poco sul pezzo. Come se stesse pensando già al derby di domani e non più alla corsa Champions, che - numeri alla mano - è ancora aperta. 

La prestazione di ieri del portiere classe '95 non va sottovalutata. Perché arriva dopo mesi difficili, di sola panchina e di silenzio (senza mai fare polemica, va detto), in cui non ha potuto mostrare il proprio valore. Poteva subire il contraccolpo, invece no: è tornato tra i pali e ha giocato la sua buona partita. Del resto, con tutti i suoi limiti (nelle uscite e nella comunicazione su tutti) Strakosha rimane il portiere con cui la Lazio ha vinto 3 trofei e ha centrato la qualificazione in Champions. Non l'ultimo arrivato, insomma.

Le parate di Strakosha avranno reso felice anche la società, che si trova di fronte a un bivio: rinnovo (è in scadenza fino al 2022) o cessione. Prendere una terza via (permanenza senza firma) sarebbe un errore che nessuno vuole commettere. Al momento, l'ipotesi più calda è quella della cessione. L'albanese ha richieste dalla Bundesliga (si parlava del Dortmund) e dalla Premier e soprattutto non ha apprezzato la scelta della Lazio di cambiare le gerarchie tra i pali. Per questo, i rapporti tra i dirigenti e i suoi agenti si sono freddati. Tutto può ancora succedere. E se dovessero arrivare altre prestazioni convincenti, in queste ultime 3 partite (è ufficiale il recupero con il Torino), magari la società potrebbe cambiare idea. Così come potrebbe aumentare la sua appetibilità sul mercato.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000