Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Perché il Real Madrid può vincere la Champions?

Perché il Real Madrid può vincere la Champions?TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
giovedì 15 aprile 2021 14:15Serie A
di Simone Bernabei

Aveva iniziato malissimo il suo percorso Champions, il Real Madrid. Il ko interno con lo Shakhtar e il pareggio col 'Gladbach sembravano segnali evidenti del fine ciclo di casa Merengues. Mai però dare per finiti i pluricampioni della Casa Blanca. Purtroppo l'Inter ne sa qualcosa. I due successi filati contro i nerazzurri hanno permesso agli uomini di Zinedine Zidane di rialzare la testa e raddrizzare un girone nato male e finito al top. Poi il doppio successo con l'Atalanta agli ottavi e l'eliminazione del Liverpool ai quarti prima di una semifinale che ora vedrà i 13 volte campioni d'Europa affrontare il Chelsea di Tuchel.

Quanto può influire il campionato - Tanto, tantissimo. Perché la Liga, proprio come la Champions, era nata male ma col passare delle settimane la situazione è radicalmente cambiata. E ora i Blancos sono secondi con un solo punto di distanza dall'Atletico e un solo punto in più rispetto al Barcellona. Inutile quindi sottolineare quanto le ultime 8 partite possano essere importanti e quante energie possano togliere ad una squadra già abbastanza spremuta da infortuni e Covid. Anche se negli anni, Zizou e i suoi hanno dato più volte dimostrazione di saper estrapolare ogni goccia di energia, mentale e fisica, dalla Champions.

Punti di forza e punti deboli - La storia europea è da sempre l'arma in più dei Blancos in Champions League. In fondo non si vince per caso un trofeo del genere per 13 volte, più di tutte le altre società europee. I giocatori più carismatici e rappresentativi, da Ramos a Kroos passando per Modric, Casemiro e Benzema, sono i protagonisti (insieme a CR7) della tripletta fra il 2016 e il 2018 e sanno come si fa ad arrivare in fondo. E pure il tecnico Zidane sembra ispirato da una predisposizione naturale al successo in ambito internazionale. Oltre a questo, ovviamente, va aggiunta la qualità dei singoli e, perché no, i possibili rientri dagli infortuni nelle prossime settimane. Il Liverpool ne sa qualcosa, essendo stato eliminato da un Real Madrid in cui mancavano fra gli altri Varane, Ramos, Carvajal e Hazard.
La questione infortuni è però arma a doppio taglio: Sergio Ramos si è fermato in più occasioni in stagione, Eden Hazard è oramai un caso a tutti gli effetti sulla scia di Gareth Bale. Non dovessero recuperare, o comunque non essere al top, per Zidane si potrebbero creare non pochi problemi di formazione. Anche perché come detto e come confermato dai diretti interessati, le rincorse in Champions e in campionato hanno tolto molte energie al gruppo.

L'undici tipo - (4-3-3): Courtois; Carvajal, Varane, Ramos, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Asensio, Benzema, Vinicius (Hazard)

Primo piano
TMW Radio Sport
TMW News TMW News: Juve, il rischio concreto di restare fuori dalla Champions. Cagliari, che marcia
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000