Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Roma, Mourinho: "Potevamo chiuderla prima. Attaccanti a secco? Non sono preoccupato"

Roma, Mourinho: "Potevamo chiuderla prima. Attaccanti a secco? Non sono preoccupato"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 22 agosto 2022, 20:52Serie A
di Gaetano Mocciaro

José Mourinho ai microfoni di DAZN commenta il successo della Roma contro la Cremonese:

Sulla partita
"Complimenti alla Cremonese. Nel primo tempo nei primi 20-25' abbiamo avuto l'opportunità di segnare e di chiudere la partita, non l'abbiamo fatto e abbiamo trovato una vera squadra, ben organizzata con un allenatore di qualità. Per noi non è stata una partita facile. Complimenti anche all'arbitro, è stato molto bravo. Noi potevamo chiuderla nel primo tempo, ma non segni e quando perdi un giocatore come Nicolò inizia a venire un po' di pressione. Nel finale di gara loro con i cambi, le occasioni sono stati pericolosi. Alla fine tre punti ottenuti e sono importanti".

Come si chiudono le partite?
"Si chiudono in tanti modi, potevamo farlo nei primi 20'. Radu è stato fantastico e quando sei al top e non chiudi la partita diventa difficile. Abbiamo fatto il cambio di Nicolò per El Shaarawy troppo presto, lo volevamo fare più tardi ma alla fine abbiamo finito con vari giocatori in difficoltà fisica. Abbiamo vinto due partite per 1-0 con due giocatori difensivi che hanno segnato. Se sono preoccupato? No, perché Tammy, Paulo, Nicolò fra qualche tempo perché starà per un po' fuori, verrà anche per loro il momento di segnare".

Quella di Zaniolo è una brutta perdita
"Piangere non aiuta. Tu hai in testa alcune strategie, diverse combinazioni e ti trovi in una situazione dove siamo pochi e abbiamo perso due giocatori. Il calcio è così, può succedere e dobbiamo andare avanti".

Si aspetta rinforzi?
"Vogliamo solo lavorare per il bene del club. Queste decisioni sono della proprietà e del direttore. Loro sanno perfettamente quel che a me piacerebbe, sanno delle difficoltà extra di Wijnaldum e Nicolò, siamo tutti insieme e troveremo le migliori soluzioni possibile".

Primo piano
TMW Radio Sport