Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Sacchi consiglia il Milan: "Prendano prima l'allenatore e poi lo assecondino sul mercato"

Sacchi consiglia il Milan: "Prendano prima l'allenatore e poi lo assecondino sul mercato"TUTTO mercato WEB
domenica 21 aprile 2024, 12:53Serie A
di Pierpaolo Matrone

Arrigo Sacchi, leggenda del Milan, in un articolo per La Gazzetta dello Sport - di cui vi proponiamo uno stralcio - dà un consiglio al club rossonero: "Per il bene che voglio al Milan, dato il mio passato, dico che adesso i dirigenti dovrebbero fermarsi a ragionare e poi, con saggezza ed equilibrio, dovrebbero prendere le decisioni per il futuro. È necessario che puntino su un allenatore che goda della loro completa fiducia, e che non venga messo in discussione alla prima sconfitta. Anche a me è capitato di avere problemi nel periodo iniziale, ma Berlusconi convocò tutta la squadra e disse: "Sappiate che Arrigo sarà l’allenatore anche il prossimo anno. Chi lo seguirà resterà. Chi non lo seguirà andrà via". Parole chiare e definitive. E da allora non perdemmo più una partita.

I dirigenti del Milan di oggi, quindi, devono prendere un allenatore e assecondarlo nelle richieste di acquisti e di cessioni, ovviamente compatibilmente con il budget messo a disposizione dalla società. Che i dirigenti non si mettano in testa di voler fare gli allenatori, perché non lo sono, e che non vogliano scegliere e comprare i giocatori da consegnare al tecnico. Sarebbe un errore gravissimo. Gli uomini con cui dovrà lavorare li deve scegliere l’allenatore, in base alle loro qualità tecniche e, soprattutto, in base alle loro doti caratteriali. Altrimenti si continua a voler inseguire il successo attraverso un metodo sbagliato. La chiarezza dei rapporti e dei ruoli, e il loro rispetto, all’interno di una società di calcio come anche di un’azienda, sono basilari per ottenere risultati importanti. Senza di essi è difficile raggiungere il traguardo".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile