Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Uno dei primi dirigenti di Lautaro Martinez: "Iniziò in difesa. All'Inter può fare come Zanetti"

Uno dei primi dirigenti di Lautaro Martinez: "Iniziò in difesa. All'Inter può fare come Zanetti"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 8 dicembre 2023, 19:45Serie A
di Dimitri Conti

Il portale specializzato linterista.it ha intervistato Jose Maria Bilbao, storico dirigente del Liniers, squadra argentina in cui è cresciuto Lautaro Martinez, pronto a legarsi per altri 5 anni con l'Inter come ha rivelato il suo dirigente Marotta nelle scorse ore. Ecco alcuni dei principali passaggi: "Lo conosco da quando era bambino. Iniziò a venire a giocare al Liniers da molto piccolo con i fratelli. Ricordo come ieri suo papà che lo porta in moto all'allenamento, il "Pelusa", che giocava con noi in prima squadra".

Che ci racconta dei suoi inizi?
"Iniziò come difensore. Poi ha avanzato il raggio d'azione, ma non come oggi perché qui giocava come "enganche" come diciamo noi. Non un 9, al massimo come seconda punta. Sì intravedeva la sua classe, assolutamente, anche se non ci si poteva immaginare di vedergli fare le cose che sta facendo ogni domenica, incredibili. Al tempo quello che colpiva era il temperamento, la testa, la maturità e la fame per trionfare. Infatti dopo poco è andato al Racing e poi in Italia avendo tutto il successo".

Lo sente ancora?
"Non lo disturbo spesso, ma mi ha invitato al suo compleanno ed al matrimonio l'anno scorso. Quando lo guardo in TV mi sembra di vedere lo stesso ragazzo di sempre. Mi emoziono a sentire "Lautaro! Lautaro!". Mi riempie d'orgoglio".

Vede in lui un percorso come quello di Zanetti all'Inter?
"Lo vedo possibile, molto. Sembra proprio felice all'Inter, mi ha dato sempre questa sensazione. A Milano sta bene, il club lo riconosce come giocatore importante. Questo è molto importante per un aspetto secondo me".

Quale?
"Nella vita di un calciatore non ci sono solo i soldi. E nemmeno solo il fatto di giocare in un club più grande di quello in cui sei, anche se lui già gioca in una delle squadre migliori del mondo. Di cui ora è il capitano. Non so dirvi cosa farà, ma la mia sensazione è che rimarrà a lungo lì".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile