Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

...con Giuseppe Ursino

...con Giuseppe Ursino TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Carmelo Imbesi/Image Sport
sabato 27 marzo 2021 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo
“Sosta utile a Cosmi. Flop Italia in Champions? La Nazionale ha giocatori bravi, ma in Europa c’è più intensità. Prandelli? Troppi social, questo calcio stanca. E gli insulti a Simy e Ounas...”

Sosta propizia per il Crotone di Serse Cosmi. “L’allenatore cosi ha modo di conoscere ulteriormente la squadra, considerato che non ha avuto neanche il tempo visti i tanti impegni ravvicinati”, dice a Tuttomercatoweb il ds Giuseppe Ursino.

Intanto l’Italia ha battuto l’Irlanda.
“È la Nazionale di Mancini. Abbiamo calciatori molto bravi. E penso che anche contro la Bulgaria non avremo problemi”.

Calciatori bravi, ma... le nostre squadre sono fuori dalla Champions.
“È un altro discorso. E dipende da tante cose. Non siamo ancora arrivati all’intensità di gioco delle squadre straniere, soprattutto quelle inglesi e tedesche. Nelle nostre squadre ci sono pochi giovani, bisogna cambiare anche la mentalità di gioco. Chi si avvicina un po’ al modo di giocare europeo è l’Atalanta, ma poi dipende anche dalla qualità dei giocatori”.

Il Crotone e la salvezza: quanto ci credete?
“Bisogna continuare a giocare e stare sempre sul pezzo. L’esempio più lampante lo ha dato il Benevento che ha battuto la Juventus. E poi è importante anche il piazzamento”.

Il Crotone in lotta per la salvezza ci può stare. Discorso diverso per Cagliari, Fiorentina, Torino e Parma...
“È un campionato anomalo. Senza tifosi. Quando giochi non sentì niente, solo le urla dei calciatori e dell’allenatore. Più di una volta si esagera. In coda sarà bagarre fini alla fine. Poi il Cagliari ha una rosa per ambire a ben altri risultati, come quella del Torino”.

Prandelli ha lasciato la Fiorentina. Come vede il suo addio?
“Il calcio ognuno lo sente a modo suo. A me prende completamente. Prandelli è una grandissima persona, ma si vedeva in faccia che non ce la faceva più. Questo calcio ti toglie tanto, non è più quello di una volta. Oggi il calcio è diventato social e tanto altro. Se non superi questa fase non ce la fai... e ti porta problemi”

A proposito dei social. Simy e Ounas sono stati vittime di insulti e offese.
“Abbiamo condannato fortemente quanto accaduto. Sia con Ounas che con Simy. Simy è uno di noi, di Crotone: non merita queste cose. Ma il razzismo va combattuto senza fare troppo importanza altrimenti rendiamo protagonisti gli autori di questi gesti”.

Il futuro di Simy e Messias sarà ancora in Serie A a prescindere da come finirete il campionato?
“Beh, dipenderà anche dai miei colleghi (sorride, ndr). Simy merita ampiamente di giocare in Serie A. Può arrivare anche a venti gol. Lo vedo in allenamento, migliora in continuazione. Come Messias, mezzali come lui ce ne sono poche: è un giocatore importante”.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000