Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Italia agli ottavi, Zazzaroni esulta: "A sette secondi dalla fine abbiamo urlato di nuovo"

Italia agli ottavi, Zazzaroni esulta: "A sette secondi dalla fine abbiamo urlato di nuovo"TUTTO mercato WEB
© foto di Lorenzo Marucci
martedì 25 giugno 2024, 08:23Rassegna stampa
di Stefano Bertocchi

"A sette secondi dalla fine abbiamo urlato di nuovo. Come diciotto anni fa: andiamo a Berlino, Beppe, tu vacci con Caressa e i mezzi di Sky, noi con meno entusiasmo rispetto al 2006, ma ci arriviamo ugualmente". Comincia così il pezzo scritto da Ivan Zazzaroni sulle pagine del Corriere dello Sport per celebrare la sofferta qualificazione dell'Italia agli ottavi di finale di Euro 2024, arrivata in pieno recupero con la perla di Zaccagni e l'1-1 con la Croazia.

"Non dico di aver gioito come a Boston nel ’94, al gol di Baggio alla Nigeria, ma insomma ci sono andato vicino - ammette il direttore del giornale romano -. Là era Baggio, qui Zaccagni. Ovunque l’azzurro. E adesso preghiamo che la storia si ripeta, anche se i presupposti non ci sono. Non possiamo fare altro. Non sappiamo fare altro. Non più, e da un pezzo. Preghiamo sempre, noi. Preghiamo che il bravo allenatore risolva da solo i tanti, immensi problemi della Nazionale e del calcio italiano. Preghiamo che una squadra senza qualità si trasformi in qualcosa che non è. Preghiamo che Chiesa non giochi dall’inizio e poi preghiamo che lo metta dentro. Preghiamo che Jorginho abbia un’idea. Una, mica due. Preghiamo che Di Lorenzo si svegli dal torpore degli ultimi mesi. Preghiamo che un centravanti che ha segnato un solo gol in 19 partite, Scamacca, si trasformi improvvisamente in Paolo Rossi. E preghiamo che un ragazzo che non ha giocato una partita in un anno compia un miracolo. Ah, preghiamo anche che Donnarumma non prenda la febbre".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile