Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Dalla base del 4-3-3 alle possibili variazioni in corsa: come cambierà la Juve con Angel Di Maria

Dalla base del 4-3-3 alle possibili variazioni in corsa: come cambierà la Juve con Angel Di MariaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Insidefoto/Image Sport
lunedì 27 giugno 2022, 18:15Serie A
di Simone Bernabei

Dopo qualche giorno di tentennamenti, Angel Di Maria è pronto a sposare il progetto Juventus, per la gioia di Massimiliano Allegri che dopo Pogba potrà così contare su un nuovo rinforzo di qualità e carisma internazionale. Un’aggiunta in termini qualitativi ma pure di duttilità, visto il modo di giocare del Fideo. Che sia nato per giocare esterno nel 4-3-3 è evidente a molti, ma la sue caratteristiche lo farebbero rendere al meglio anche in diverse altre zone del campo.

Gli assetti con Di Maria
Il 4-3-3 sembra essere la base di partenza, come detto. Perché con Vlahovic punta e due esterni come l’argentino e Chiesa ecco che il tridente assumerebbe contorni e valenza europea. Ma col Fideo in campo Allegri potrebbe varare anche quel 4-4-2 a cui spesso ha fatto ricorso per dare equilibrio e bilanciamento alla squadra. Anche lì, nel ruolo di esterno a sinistra con una punta (in arivo dal mercato) al fianco di Vlahovic ecco che tutto avrebbe senso. Con Pogba e Locatelli, o Pogba e Rabiot, o Pogba e il nuovo centrocampista atteso dal mercato a gestire la mediana e magari Kostic a sinistra. Un discorso simile può però essere fatto anche per l’eventualità del 3-5-2, altro modulo caro al tecnico: Di Maria come quinto si troverebbe a suo agio, ma pure qualche passo più dentro al campo, da mezzala, potrebbe incidere sulle sorti della squadra. Per ora sono idee e ragionamenti, ma presto Max Allegri trasformerà la sua immaginazione in un disegno concreto. Con un Di Maria in più nello scacchiere.