Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Fiorentina, ritorno tra le sette sorelle: il sorpasso sull'Atalanta va consolidato col mercato

Fiorentina, ritorno tra le sette sorelle: il sorpasso sull'Atalanta va consolidato col mercato
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 23 maggio 2022, 09:00Serie A
di Dimitri Conti

Il campionato si è ufficialmente concluso da poche ore, anche se già sabato sera aveva emesso il verdetto riguardante la Fiorentina, che tornerà a calcare il palcoscenico europeo a partire dalla prossima stagione (mancava dal 2017) grazie al 7° posto finale raggiunto da Italiano e i suoi ragazzi. Lasciando un attimo perdere ogni discorso riguardante il futuro prossimo, mercato compreso, può essere utile un'osservazione che parte da un generico assunto: la Fiorentina è di nuovo tra le sette sorelle e, per farlo, ha preso il posto dell'Atalanta.

L'ha fatto sul campo, battendo la Dea di Gasperini ad ogni confronto possibile. Nell'andata di campionato giocata al Gewiss, sbancato grazie ai due rigori di Vlahovic, ripetendosi poi nei quarti di Coppa Italia, sempre in trasferta, e concludendo il trittico perfetto - viceversa, da incubo se osservato da prospettiva orobica - con l'1-0 di campionato di fine febbraio a suo modo fondamentale nel determinare il futuro piazzamento. Il sorpasso in questa stagione è stato certificato: un obiettivo a breve termine potrebbe essere ora portarlo anche in altri ambiti (leggi mercato, soprattutto) così da arrivare a un consolidamento nelle piazze europee. Con un occhio che oggi, finalmente, può andare anche un po' più su - magari a Roma e Lazio? - senza pensare di risultare troppo arroganti.