Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

FOCUS TMW - Milan, -66,5 milioni ma il futuro appare roseo. Anche senza stadio di proprietà

FOCUS TMW - Milan, -66,5 milioni ma il futuro appare roseo. Anche senza stadio di proprietàTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 30 marzo 2023, 16:15Serie A
di Andrea Losapio

Il classico viaggio nei bilanci dei club di TuttoMercatoWeb deve fare i conti con una situazione disastrata, soprattutto dall'assenza delle plusvalenze. Mai come adesso i club sono indebitati e devono fare i conti con stipendi troppo alti e un'operatività che è ai minimi storici

MILAN

Per iniziare il viaggio nel mondo Milan bisogna arrivare ai dati della scorsa stagione. Perché il Gruppo Milan è formato da cinque rami differenti, di cui l'unico in rosso è l'A.C. Milan SpA, mentre le altre controllate sono tutte in positivo. Milan Entertainment contribuite per 13,6 milioni, Milan Real Estate per 0,3, Casa Milan per 4,5 e Ac Milan (Shanghai) Sport Development Co. Ltd per 474 mila euro.

I diritti televisivi
Hanno una predominanza netta rispetto alle altre, perché sono ben 133 milioni di euro sui 297,7 milioni totali. Un'ottima percentuale perché "solamente" il 44% rispetto al fatturato totale, anche perché le plusvalenze portano a un dimenticabile 5,6 milioni di euro, un dato che è insomma trascurabile sul bilancio totale del club.

I costi
Sono cresciuti di poco rispetto all'anno precedente, passando da 347,4 milioni a 352,7. Il costo del personale è praticamente invariato, andando a incidere per 170,3 milioni di euro - in salita rispetto ai 169,7 dell'anno scorso - così come i costi per i servizi, arrivando a 57,7. Il resto è più o meno invariato e porta il conto alto, ma non altissimo considerando che nel frattempo c'è l'intenzione di crescere calcisticamente. L'arrivo ai quarti di Champions potrebbe portare a una linea di galleggiamento intorno allo zero, anche se dipenderà molto dai prossimi mesi.

Sono buone notizie
Il Milan ha anticipato tutte le grandi nel tentativo di bonificare la propria azienda. La realtà è che con la Champions diventa sostenibile quasi tutto, basta non fare esplodere completamente i costi cercando di andare a combattere contro Real Madrid, Manchester United o Paris Saint Germain. Certo, è vero che anche la crescita nel merchandising, nei ricavi commerciali e nelle royalties qualcosa cambia.

Perché via da San Siro?
Se è vero che probabilmente un nuovo stadio darebbe un'ulteriore spinta a quanto abbiamo già visto nell'ultimo periodo, dall'altro bisognerebbe rimanere su prezzi onesti almeno per chi non sarà uno sponsor executive oppure un vip. Questo anche per non abbassare l'attenzione verso un brand che sta rilanciandosi a livello globale. Nella partita contro il Tottenham sono arrivati 9 milioni di incasso, in tutto il 2021-22 i ricavi da gara sono stati 32,6. Significa che in una sola partita è arrivato un 30% rispetto a quelle dell'anno precedente. Qualcosa vorrà pure dire, no? Chiaro è che l'idea di uno stadio di proprietà attirerebbe ulteriori situazioni, ma ridurlo a 65 mila spettatori non avrebbe granché senso perché non darebbe la possibilità a tutti di acquistare il biglietto.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile