Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports

A Kulusevski si può concedere l'errore. Ma questa Juventus può permettersi il lusso di aspettarlo?

A Kulusevski si può concedere l'errore. Ma questa Juventus può permettersi il lusso di aspettarlo?TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 11 settembre 2021 10:00Il corsivo
di Simone Bernabei

Partiamo da un presupposto. L'addio di Cristiano Ronaldo, con le sue tempistiche e i suoi modi discutibili, ha sconquassato le gerarchie dell'attacco della Juventus. Ancora di più, della manovra offensiva bianconera. La calamita accentratrice di palloni e palle gol non c'è più e adesso per tutti gli altri si apriranno più spiragli e aumenteranno pressioni e responsabilità. Vale per Chiesa e Morata, per Kean, per Dybala. Ma anche e soprattutto per Dejan Kulusevski.

Lo stesso Allegri ne ha parlato in conferenza, prima del Napoli. L'occasione, evidente, è anche legata alle tante assenze in attacco. Con Kulusevski che potrebbe avere una grande occasione per trascinare i suoi: "Lui ha delle ottime qualità. I ragazzi giovani, indipendentemente da quanto vengono pagati, hanno bisogno di tempo per crescere. Gli vengono messe addosso delle responsabilità esagerate", l'Allegri-pensiero. Un modo forse studiato per lasciargli la mente libera e non caricarlo oltremodo di pressioni e responsabilità, anche se le responsabilità Kulu deve prendersele visti momento e contesto. Lo svedese fu pagato 45 milioni a 19 anni. Ha un'innata qualità nei piedi che è ben al di sopra della media. Vede la porta e fiuta i movimenti dei compagni. E ha già dimostrato di saper risolvere partite importanti, pensiamo alla finale di Coppa Italia come esempio. In più, è al terzo anno da protagonista in Serie A con 74 presenze, 14 gol e 12 assist sulle spalle. La carta d'identità lo racconta ancora come un ragazzino, una promessa forse per qualcuno. Giusto quindi che possa cadere in qualche giornata no e in qualche errore per altri imperdonabile. Ci mancherebbe. Ma vista la situazione di casa Juventus, di oggi e di quest'anno, è lecito immaginare un Kulusevski sempre più protagonista. E sempre più pronto a vivere con disinvoltura le pressioni che la maglia della Juventus (e l'addio di Ronaldo) comporta.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000