Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports

Lazio, Milinkovic: "Dopo 6 anni sento il derby come un nostro tifoso. Segnare alla Roma è bello"

Lazio, Milinkovic: "Dopo 6 anni sento il derby come un nostro tifoso. Segnare alla Roma è bello"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
venerdì 16 aprile 2021 21:45Serie A
di Lorenzo Di Benedetto

Intervista a Lazio Style Channel per il centrocampista biancoceleste Sergej Milinkovic-Savic, che ha parlato di vari temi relativi alla sua vita. Queste le sue parole: "Sono nato in Spagna ma non mi ricordo molto della mia infanzia, visto che abbiamo cambiato subito città. Sono contento però di essere nato lì, ho conosciuto tanta gente. Ho visto tanti Paesi fin da piccolo, poi l'ho fatto anche da calciatore, sono contento di questo".

Cosa si ricorda del suo arrivo al Genk?
"All'inizio era molto difficile, per la prima volta ero da solo. Non ero pronto a giocare subito con la prima squadra e sono andato spesso in Primavera. Anche mentalmente non stavo bene, era dura e mi mancava la famiglia ma poi sono cresciuto sotto questo aspetto. Con il tempo mi sono ambientato, poi è cambiato allenatore e ha puntato subito su di me. Dopo sei mesi sono poi arrivato alla Lazio".

Che si ricorda dell'arrivo a Roma?
"Tutto, ho visto tanta gente ed ero sotto choc nel vedere tutti quei tifosi. Quando sono arrivato ho capito che la gente meritava che facessi vedere il meglio di me".

Il secondo anno alla Lazio è arrivato il primo gol nel derby in semifinale di Coppa Italia.
"Era il gol più facile che ho fatto, all'inizio della gara di ritorno sentivo di poterne fare un altro per aiutare la squadra ad andare in finale ed è successo".

Segnare nel derby è diverso?
"Tutti i gol sono importanti ma quelli nel derby sono più belli, la gente aspetta quelle partite da tutto l'anno. Tutti i laziali vivono per questa partita e sono contento di aver segnato, per i nostri tifosi. Dopo sei anni posso dire di sentirlo come loro".

La Supercoppa vinta con la Juve 3-2?
"Fu una partita difficile, vincevamo 2-0 poi sono arrivati i due gol della Juventus. Meno male Murgia riuscì a farci vincere la coppa".

C'è chi dice che lei è un giocatore unico.
"Non mi sento così. Devo ancora lavorare e migliorare, in tanti si aspettano molto da me, mi fa piacere che si dica che sono unico ma non mi sento così".

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000