Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lazio, notte di emozioni: all’Olimpico torna Eriksson con i campioni del 2000

Lazio, notte di emozioni: all’Olimpico torna Eriksson con i campioni del 2000TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 23 maggio 2024, 08:00Serie A
di Lorenzo Beccarisi

È ancora fresco il ricordo delle emozioni di Lazio-Empoli tra i tifosi biancocelesti. Una festa con oltre 50 mila persone all’Olimpico per celebrare quella mitica Lazio del ‘74, capace di compiere un’impresa che è nella leggenda. Grandi e piccini, nonni e nipoti pronti a celebrare in egual misura idoli di mezzo secolo fa. Tutto per amore di una maglia e di una squadra che sotto la guida di Tommaso Maestrelli ha fatto un qualcosa di irripetibile. Celebrare uomini prima che giocatori e questo verrà replicato domenica contro il Sassuolo. Tutto per Sven Goran Eriksson, l’altro allenatore che come Maestrelli ha saputo portare uno scudetto nella Roma biancoceleste.

L’omaggio a Eriksson

“Voglio vivere ancora a lungo” ha detto recentemente Sven Goran Eriksson, che domenica sarà allo stadio Olimpico. Il tecnico svedese ha fatto un tour europeo per raccogliere l’abbraccio di chi lo ha amato e lo ama tuttora. È già passato dalla Genova blucerchiata, ora bisogna passare dall’olimpico perche tutte le strade portano a Roma. Lo hanno portato nella Capitale quando Cragnotti aveva bisogno di un leader capace di gestire un gruppo di fuoriclasse. “Quella Lazio avrebbe dovuto vincere di più” dice Eriksson quasi con l’amaro in bocca. È il pensiero di tanti tifosi laziali, ma poco importante quanto si è vinto. L’importante è averlo fatto e a 25 anni dal primo trofeo europeo per una squadra capitolina si festeggerà Eriksson.

I suoi ragazzi all’Olimpico

Non ci sarà solo Eriksson allo stadio domenica sera. A ricevere l’applauso dell’Olimpico e a celebrare mister Sven ci saranno tanti protagonisti di quella Lazio guidata dallo svedese. Da Pancaro a Favalli, passando anche per Marcelo Salas che arriverà direttamente dal Cile pur di celebrare mister Eriksson. Una festa che la società vuole vivere con più tifosi possibili allo stadio. Motivo per cui per la prima (e unica) volta in questa stagione la Lazio ha optato per una politica di prezzi stracciati in vista del match con il Sassuolo. Prezzi popolari, con 14 euro si va in curva e distinti, con 30 in tribuna Tevere e con 40 in tribuna Monte Mario. Tutto per celebrare al meglio la Lazio del 2000 e il suo leader silenzioso. Tutti all’Olimpico per celebrare Sven Goran Eriksson.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile