Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports

La Spagna trova un muro nella Svezia. E Morata per il pubblico di Siviglia è capro espiatorio

La Spagna trova un muro nella Svezia. E Morata per il pubblico di Siviglia è capro espiatorioTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Insidefoto/Image Sport
martedì 15 giugno 2021 00:57I fatti del giorno
di Gaetano Mocciaro

Nessun gol tra Spagna e Svezia nonostante gli sforzi della Roja, che avrebbe voluto dare una gioia ai tifosi presenti a "La Cartuja". Partita dominata dagli iberici che però non sono riusciti mai a sfondare contro un avversario sceso in campo con l'intento di non giocare. Quello messo in scena dalla squadra di Jan Andersson è un catenaccio d'altri tempi, con undici uomini dietro la linea di centrocampo, compatti a chiudere ogni spazio e costringendo gli uomini di Luis Enrique a un continuo giro palla per cercare di trovare qualche varco. Ne esce qualche occasione da gol ma Robin Olsen, migliore in campo (non per la UEFA che ha scelto Lindelof come man of the match) riesce a neutralizzare qualsiasi conclusione. "Abbiamo creato le nostre occasioni, non le abbiamo solamente sfruttate" dichiara a fine partita Luis Enrique, che difende la scelta di dare la maglia da titolare ad Alvaro Morata. L'attaccante della Juventus è preferito a Gerard Moreno, con grande sorpresa e sommo disappunto di molti tifosi iberici che non hanno mancato di commentare tra l'ironico e l'arrabbiato la scelta del commissario tecnico. E dopo 66' incolori arrivano pure i fischi nei confronti del giocatore, al momento della sostituzione. Bene Pedri, divenuto a 18 anni, 6 mesi e 20 giorni il più giovane giocatore della storia della Spagna agli Europei. Le statistiche dicono 85% di possesso palla della Spagna, una statistica che impressiona ma che lascia il tempo che trova: gli svedesi sono indubbiamente brutti, ma non devono nemmeno essere sporchi e cattivi per domare gli avversari (un solo ammonito, Lustig) e strappare un preziosissimo punto. Alla faccia del bel gioco. Questa ora la classifica: Slovenia 3, Svezia e Spagna 1, Polonia 0. Prossimi incontri: Svezia-Slovacchia il 18 a San Pietroburgo, Spagna-Polonia il 19 a Siviglia.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000