Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Genoa, Strootman: "Serata speciale, a Roma gli anni più belli. Devo decidere se smettere"

Genoa, Strootman: "Serata speciale, a Roma gli anni più belli. Devo decidere se smettere"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 19 maggio 2024, 23:38Serie A
di Marco Pieracci

Kevin Strootman, centrocampista del Genoa, ha parlato ai microfoni di DAZN al termine della gara persa 1-0 contro la Roma: "La Roma è ancora nel cuore, qua mi hanno sempre sostenuto anche quando sono andato via e mi mandano sempre messaggi. Mi vogliono bene e a me manca tanto la Roma, sono stati i cinque anni più belli della mia carriera".

Cento per cento di passaggi riusciti, la lavatrice funziona ancora bene...
"Negli ultimi anni la lavatrice era un po' rotta (ride ndr), ma do sempre tutto e oggi è stato speciale. L'ultima partita col Genoa è stata emozionante".

Cosa c'è nel tuo futuro dopo il Genoa?
"Dico la verità, non lo so ancora. Durante le vacanze deciderò cosa fare, devo dare sempre di più per essere non dico al top ma normale per giocare in Italia o in un altro Paese, se non riesco più ad arrivare a un certo livello smetterò".

Ti sei arrabbiato con Gilardino per qualche panchina?
"Lui è un grande allenatore, ha sempre ragione ma quando mi mette in panchina non sono l'uomo più felice del mondo. Normale alla mia età, gli altri stanno facendo bene, abbiamo una grande squadra con giocatori molto forti. Se un giocatore è felice di stare in panchina è proprio il tempo di smettere, ma non è il mio caso. Il mister ha fatto le scelte giuste, un allenatore che vince ha sempre ragione".

Potresti fare l'allenatore?
"Non credo, ma non si sa mai".

Cosa ti ha detto De Rossi?
"Mi ha detto di andare sotto la curva e di fare il giro con la Roma, per me è stato un po' esagerato ma andare sotto la curva e salutare i tifosi è stato emozionante, pure per un olandese come me, è stato bellissimo, anche mio fratello è venuto dall'Olanda per venire a vedere la partita. È stata una serata speciale. Daniele è Daniele, non c'è da aggiungere niente".

Quanto conta il tuo peso nello spogliatoio?
"Ci sono giocatori che possono diventare importanti nello spogliatoio, ma quando giochi meno e il tuo livello si abbassa un po' le tue parole diventano meno forti. Io sento questo, anche se gli altri dicono di no. Per essere ancora importante devi raggiungere un certo livello".

Quale talento del Genoa vedi come un top?
"Tutti hanno visto Gudmundsson, spero per il Genoa che rimanga ma è normale che sia seguito in Italia e fuori perché può diventare un fuoriclasse e per esserlo deve giocare in una grande squadra. Vediamo cosa vuole fare il Genoa quest'estate".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile