Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
Ufficiale

Daniele Dessena si ritira dal calcio giocato: "A 37 anni mi sento di aver dato tutto"

Daniele Dessena si ritira dal calcio giocato: "A 37 anni mi sento di aver dato tutto"TUTTO mercato WEB
© foto di Olbia Calcio
lunedì 29 aprile 2024, 11:33Serie C
di Luca Bargellini

Daniele Dessena dice addio al calcio giocato-. Il centrocampista, reduce dalla retrocessione con l'Olbia, lo ha annunciato attraverso i microfoni di Centrotrentuno:

“È difficile parlare in un momento così, dopo una retrocessione. È doloroso. Smetto di giocare perché è arrivato il mio momento, nonostante la retrocessione. Mi sento di aver dato tutto, ho raggiunto un obiettivo che forse per la gente non vuol dire niente, vista la retrocessione, ma il mio obiettivo era smettere in Sardegna dopo i dieci anni di Cagliari e i due anni qui ad Olbia. Mi sento uno di voi. È una decisione che non significa abbandonare la nave o farsi fuori, è solo che credo di aver dato tanto, parlo al singolare perché forse è la prima volta che sono egoista in carriera, ma vivo così questo momento. Capisco la rabbia dei tifosi ma rimarranno sempre nel mio cuore. Non voglio fare il leccaculo, non voglio niente, mi hanno sempre dato tanto fino all’ultimo. Poi le cose possono essere interpretate dall’esterno in tanti, ma ci tengo tantissimo alla maglia. Ci son stati momenti durante l’anno in cui non ho dormito ma sono cose che fanno parte del mondo del calcio. Son dispiaciuto per com’è andata la stagione, molto, ma credo sia arrivato il mio momento. Voglio ringraziare tutti i miei compagni di squadra, mia moglie, mio figlio Tommaso e il figlio che deve nascere, che forse è l’unico rimpianto che non mi vedrà giocare. Ringrazio tutta la mia famiglia. Penso di esser sempre stato uomo, senza interessi personali, decisioni giuste e sbagliate ma sempre con la coscienza a posto e pulito con me stesso”.

“Già durante la stagione ci pensavo, era una cosa che mi logorava. Forse anche complici i risultati, visto che sei mesi fa ho firmato il rinnovo per altri due anni. Ma a 37 anni ci sta sentire di aver dato tutto e volersi fare da parte. Forse il sentire di non essere riuscito a dare qualcosa in più, ma se anche ci fossimo salvati credo che non avrei preso una scelta diversa. Così come possibilità di ripensamenti, non mi piacciono queste cose. Da oggi deve iniziare una nuova vita”.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile